Senza Leao bisogna ritrovare pericolosità sugli esterni: Messias ormai fondamentale

Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

La partita di sabato sera è una delle tante dimostrazioni che al Milan servono attaccanti esterni che macinino gol e assist, perchè tolti Leao, Rebic e Messias (riserva), gli altri giocatori e lo stesso Alexis che è titolare, fanno grande fatica a rendersi pericolosi nelle aree avversarie. Un argomento che ritorna a galla, quando già durante l’estate tutti i milanisti e lo stesso Pioli, si aspettavano quantomeno un grande colpo in quei ruoli e che all’occorrenza potesse fare anche il numero 10, qualora mancasse Diaz.

I nomi fatti sono stati tanti, da Ziyech a Berardi, passando per Isco, ma nessuno di loro ha messo piede a Milano. Chiaramente con uno di questi, la squadra sarebbe ancora più forte e competitiva, ma la dirigenza ha portato a termine la trattativa per Messias arrivato sotto la delusione totale. A parte Rafael e Ante, nel ruolo opposto vi è Saelemaekers, un giocatore quasi imprescindibile per la rosa rossonera, vista la sua grande attitudine alla corsa, all’aiuto in difesa e ai movimenti tra le linee. Fin qua nulla da dire, ma come tutti sappiamo, le partite si vincono facendo gol e per quanto il lavoro di Alexis si molto importante, serve un giocatore che in quella posizione salti l’uomo, mandi i compagni in porta e butti la palla in rete. Cosa che però capita poche volte, male direi.

A questo punto ritorniamo alla partita di Udine, dove la più grande difficoltà è nata proprio nei punti dov’era stata preparata la partita. Quella sera giocatori come Rebic e Leao sono mancati molto, perchè sostituirli con Krunic, nonostante sia uno dei pochi giocatori che si adatta a qualunque situazione e si sacrifica, non è la stessa cosa. Infatti quasi mai gli esterni friulani sono stati saltati e questo ha creato difficoltà ai rossoneri.

Nel secondo tempo, quando è entrato Messias le cose sono cambiate. Il brasiliano ha nelle sue corde il dribbling, creare superiorità numerica, fare assist e segnare, non a caso i rossoneri sono stati più alti, hanno attaccato di più e sono andati vicini al gol in due o tre situazioni. Ecco perchè in questo momento dove dagli esterni mancano rifornimenti serve uno come il brasiliano in grado di creare scompiglio fra gli avversari.

Ora più che mai, visto che a San Siro arriverà il Napoli e Messias è destinato ad una maglia da titolare.

Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)