Rebic e la voglia di rivalsa: la fascia di capitano, il gruppo e… i social

Milan: Ante Rebic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Ante Rebic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Sarà pur sempre stata una sgambata di metà luglio, ma già si può capire da tanti piccoli gesti quale sia l’umore e la carica di Ante Rebic verso la prossima stagione. Alle sue spalle 7 mesi complicati, da novembre a maggio, nei quali non è riuscito per via di continui stop ad essere un fattore per il Milan, come era stato nelle ultime due annate. La speranza dei tifosi era quella di vedere il suo solito girone di ritorno devastAnte, ma così non è stato. Un solo lampo, a Salerno, oltre alla pressione su Marusic che ha portato all’1-2 di Tonali negli ultimi minuti di Lazio-Milan.

Il fatto che ieri sia sceso in campo con la fascia di capitano (era il più “anziano” del gruppo in termini di presenze, 92) non è da sottovalutare, soprattutto per quel che riguarda l’autostima. Il croato vuole la rivalsa e responsabilità maggiori non possono che fargli bene. Non è un caso che poi sul suo profilo Instagram abbia postato una foto nella quale la fascia era ben in vista. Rebic che con i social ha un rapporto tutto personale, che va a periodi: momenti di pausa totale, dove scompare anche il suo account, alternati a momenti attivi come questo. Facile ricollegare questi momenti di attività al suo umore positivo.

La testimonianza dell’importanza dell’ex Eintracht nel gruppo rossonero, poi, è data dai messaggi che riceve sotto ogni post da parte dei compagni, spesso scherzosi. Non ultimo il contenuto sopracitato, che ha portato risposte di ogni tipo. Da Daniel Maldini a Rade Krunic, passando per gli ex Samu Castillejo e Alessio Romagnoli, il quale scherzosamente ha taggato Davide Calabria avvisandolo di stare attento, visto che il capitano ora sarebbe lui. Un clima positivo attorno a Rebic che non può che fargli bene in vista dell’inizio di una stagione nella quale dovrà tornare determinAnte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanPress.it (@milanpress.it)