HomePrimo PianoIbra, le ultime tre partite per chiudere il cerchio

Ibra, le ultime tre partite per chiudere il cerchio

Verona, Atalanta e Sassuolo non sono solo le ultime tre partite del campionato che il Milan deve affrontare, ma sono le ultime tre partite di un percorso che ha una data di inizio ben definita: il 27 dicembre 2019. Un percorso, quello rossonero, partito da molto in basso, perché pochi giorni prima si era consumata una disfatta che rappresenta forse il punto più basso degli ultimi anni di storia del club. La società, dopo un inizio di campionato disastroso sotto la guida di Marco Giampaolo, decide di affidare la panchina a Stefano Pioli, ma la svolta non sembra essere imminente, anzi. A Bergamo, pochi giorni prima di Natale, il Milan cade sotto i colpi di una Atalanta scatenata e il risultato finale, 5-0 per i padroni di casa, sembrerà una ferita difficile da rimarginare per lungo tempo.

IL RITORNO DI IBRA – Torniamo al 27 dicembre 2019. Le voci insistenti su un ritorno di Zlatan Ibrahimovic in rossonero si fanno insistenti dopo la disfatta di Bergamo e due giorni dopo Natale arriva l’annuncio: Ibra torna al Milan. Nella conferenza stampa di presentazione basta lo sguardo dello svedese per capire le sue intenzioni, riprese poi a parole: “Riportare il Milan in alto”. Forse, in quel momento, solo Zlatan Ibrahimovic credeva a quelle parole, a quelle intenzioni, a quel progetto.

MOMENTO DECISIVO – Due anni e mezzo dopo, il Milan sta lottando con tutte le sue forze per vincere lo Scudetto contro i rivali di sempre. In questa stagione, nella quale è stato frenato spesso dagli infortuni, Zlatan ha segnato 8 reti in 20 partite di campionato, una ogni 120 minuti, ma ridurre il suo apporto al solo conteggio dei gol sarebbe minimizzare la forza mentale e fisica di un giocatore di 40 anni che, praticamente da solo, ha cambiato la mentalità e la consapevolezza a questa squadra. A tre giornate dalla fine del campionato e, chi lo sa, forse anche della carriera del gigante svedese, guardiamoci indietro, ricordiamoci da dove siamo partiti e dove siamo oggi. C’è un uomo che aveva visto tutto questo in anteprima, nella sua testa, e che da quel lontano 27 dicembre 2019 ha avuto un solo obiettivo in mente. Ora ci siamo, è il momento decisivo del campionato e non ci sono dubbi su chi contare per chiudere il cerchio, colui grazie al quale tutto è iniziato: Zlatan Ibrahimovic.

Milan: Zlatan Ibrahimovic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Zlatan Ibrahimovic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Milan, ecco la nuova lista Champions: Ibrahimovic esclusione eccellente, Thiaw sostituisce Dest. E Maignan…

Il Milan ha presentato alla UEFA la lista Champions per i prossimi impegni europei....

Sfuma un obiettivo del Milan: Godts passa ufficialmente all’Academy dell’Ajax

Come annunciato sul proprio sito, l'Ajax ha ufficialmente acquisito le prestazioni di Mika Godts...

Verso Inter-Milan: Pioli cambia tutto per svoltare?

Può essere il derby della svolta. Anzi, deve essere il derby della svolta. Il...

Febbraio rossonero: il fattore San Siro potrà portare alla svolta?

Se gennaio, ai tifosi milanisti, è sembrato un mese duro e complicato, ma soprattutto...

Ultim'ora

Milan, ecco la nuova lista Champions: Ibrahimovic esclusione eccellente, Thiaw sostituisce Dest. E Maignan…

Il Milan ha presentato alla UEFA la lista Champions per i prossimi impegni europei....

Sfuma un obiettivo del Milan: Godts passa ufficialmente all’Academy dell’Ajax

Come annunciato sul proprio sito, l'Ajax ha ufficialmente acquisito le prestazioni di Mika Godts...

Verso Inter-Milan: Pioli cambia tutto per svoltare?

Può essere il derby della svolta. Anzi, deve essere il derby della svolta. Il...