Sacchi: “Il derby? L’1-1 ci può stare, il Milan è sulla strada giusta”

Author

Categories

Share

L’ex allenatore rossonero Arrigo Sacchi, nel corso dell’intervista rilasciata all’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, ha commentato il derby di ieri sera.

Queste le sue parole: “Il primo tempo è stato molto divertente. Il Milan ha cominciato forte, ha spinto subito sull’acceleratore e ha tenuto ritmi che definirei europei. In Italia, generalmente, si va più piano, mentre nelle coppe, dove le squadre giocano in undici e non in sei o sette come fanno le nostre, si pedala a ritmi forsennati. Infatti, il Milan è riuscito a pressare in zona offensiva e a rubare tanti palloni. L’Inter? Ha fatto un primo tempo caratterizzato da attesa e contropiede. Ha sfruttato gli errori dei rossoneri e ha colpito con i singoli che hanno maggiori qualità. I tre centrali difensivi, però, non partecipano quasi mai al gioco e così si finisce per costruire la manovra in inferiorità numerica. Una squadra, il Milan, ha cercato di promuovere il calcio, mentre l’altra, l’Inter, ha cercato di fregare l’avversario. I singoli nerazzurri hanno avuto occasioni importanti, questo va ricordato, perché, sul finire del primo tempo, sia Barella sia Lautaro hanno sfiorato il gol. L’1-1 ci può stare, però, se i nerazzurri vogliono davvero diventare grandi, devono migliorare. Il Milan è sulla strada giusta. L’Inter sta facendo passi avanti e deve guardare di più al calcio internazionale”.

Sui singoli: “Tatarusanu è stato bravissimo. Inoltre, tutta la linea difensiva, tranne Ballo-Touré, mi ha convinto. Mi sono piaciuti anche Tonali e Calabria, che sono in grande crescita. Per quanto riguarda l’Inter, il secondo tempo di Perisic mi ha impressionato, ha messo dei buoni palloni in mezzo all’area, mentre nella prima fase della partita era stato più timido. Barella mi piace sempre, peccato si sia fatto male, spero non sia nulla di grave, lo dico pensando alla Nazionale. Brozovic è sempre utile in mezzo, distribuisce, organizza e ruba palloni”.

Arrigo Sacchi
Arrigo Sacchi – MilanPress, robe dell’altro diavolo

 

Author

Share