HomeIn evidenzaMilan-Sampdoria, vittoria e ottimismo. La caccia al quarto posto prosegue

Milan-Sampdoria, vittoria e ottimismo. La caccia al quarto posto prosegue

Vittoria del Milan doveva essere e vittoria è stata. Non un successo ottenuto “in ciabatte” come il risultato lascerebbe supporre, ma la resistenza della Sampdoria non è certamente stata strenua. Era importantissimo ritrovare gioco e gol in questo rush finale che durerà due settimane e che del futuro prossimo del Milan dirà moltissimo. Stando ai rumors, un quinto posto potrebbe comunque significare ingresso in Champions League, a causa della più che probabile penalizzazione dalla Juventus, ma inutile nasconderlo: sarebbe poco onorevole. Entrare dall’ingresso principale rappresentato dal quarto posto sembra un dettaglio, e forse lo è, ma cambia tutto in tema di valutazioni oggettive.

La corsa Champions

Pioli, a La Spezia, aveva detto molto chiaramente che la corsa al quarto posto è probabilmente compromessa. Detto questo è ancora presto per arrendersi definitivamente e la prestazione messa in mostra lo certifica. Sarà importante vedere cosa succederà oggi, una frenata della Lazio a Udine potrebbe aprire scenari che sembravano ormai impensabili. Appare però superfluo dire che volgere lo sguardo agli altri campi sarà completamente inutile se non arriveranno altre due vittorie contro la Juventus a Torino e contro il Verona a San Siro. Il successo contro la Sampdoria è un punto di partenza e un buon viatico. Infatti l’ottimismo che questa vittoria regala dovrà essere l’onda da cavalcare per arrivare all’obiettivo.

La partita

Sulla partita contro la Sampdoria non ci sono analisi così approfondite da fare. A parte l’immancabile distrazione difensiva sul gol di Quagliarella e che ha ammutolito per qualche minuto i tifosi che hanno temuto apparissero gli spettri di un passo falso, il Milan ha disposto della Sampdoria come ha voluto. Molto bene Leao e Giroud, decisamente in grande spolvero e con il francese alla prima tripletta in maglia rossonera. Bene anche Diaz, Tonali e il solito poco appariscente ma estremamente importante Krunic.

Dai quattro moschettieri della difesa, Thiaw a parte, note meno liete, ma è difficile invertire proprio nel finale un andamento negativo che ha caratterizzato in pratica l’intera stagione. La squadra di Stankovic dal canto suo ha cercato di fare la propria parte. Venire a Milano a fare le barricate sarebbe stata una inutile barbarie per loro stessi, così hanno cercato di onorare l’impegno ma chiaramente, come dirà poi lo stesso Stankovic, qualità e motivazioni delle due squadre erano tanto, troppo differenti.

Lo stadio e tifosi

L’ultima nota è sul clima che si respirato a San Siro. Nonostante il popolo dei social nel corso delle ultime settimane si sia scatenato chiedendo la testa di questo o di quello, numeroso era il pubblico presente anche ieri sera. Non solo: è stato partecipe e ha inneggiato come di consueto al tecnico rossonero con l’ormai tradizionale Pioli is on fire, ma ha anche acceso le torce dei telefonini prima della lettura delle formazioni, cantando e sostenendo la squadra dall’inizio alla fine.

Non c’è niente di male ad essere critici, intendiamoci, un vero tifoso lo è nei confronti della propria squadra, ma alcune considerazioni un po’ troppo frettolose appartengono probabilmente più al tifoso che sta davanti alla tv che a quello sugli spalti. Posto che, beninteso, entrambi hanno eguale dignità e diritto di esprimere una opinione, si vuole solo evidenziare come vivere la squadra più da vicino renda forse un poco più cauti nei giudizi negativi.

La squadra del Milan (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
La squadra del Milan (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Il Milan Primavera non sa più vincere in campionato: poker della Fiorentina al Vismara. Rossoneri risucchiati nella lotta playoff

Nessuna crisi, ma continua il periodo no del Milan Primavera in campionato. I ragazzi...

Milan: i risultati del weekend del settore giovanile

In attesa di Primavera e Under 18, va in archivio il primo weekend di...

Champions League, il nuovo format dalla prossima stagione: la guida completa

L'edizione 2024/25 della UEFA Champions League seguirà un nuovo format. Ecco tutti i dettagli...

Ultim'ora

Il Milan Primavera non sa più vincere in campionato: poker della Fiorentina al Vismara. Rossoneri risucchiati nella lotta playoff

Nessuna crisi, ma continua il periodo no del Milan Primavera in campionato. I ragazzi...

Milan: i risultati del weekend del settore giovanile

In attesa di Primavera e Under 18, va in archivio il primo weekend di...