Milan, occhio al Napoli! A San Siro è diventato un tabù

Insigne Romagnoli Arbitro Orsato

Quando il girone di andata è ormai agli sgoccioli e la spia della riserva è accesa per i rossoneri ma non solo, ecco che arriva l’ultimo scontro diretto del 2021 per il Milan. A San Siro è atteso il Napoli di Luciano Spalletti, che come i rossoneri ha avuto un ottimo ruolino di marcia ad inizio campionato, salvo poi perdere qualche punto di troppo nelle ultime settimane. La sfida tra la seconda e la quarta, separate da tre punti in classifica, può dare uno scossone al campionato.

TABÙ AZZURRO – Per quanto riguarda le ultime sfide in campionato tra le due squadre a Milano, i partenopei hanno inanellato una serie invidiabile di risultati utili. Infatti, il Napoli è rimasto imbattuto in nove delle ultime dieci gare a San Siro contro il Diavolo, portando a casa il successo in ben quattro occasioni, tra cui nell’ultimo incontro dello scorso 14 marzo, quando bastò la rete di Politano per battere Donnarumma e piegare la resistenza della squadra di Pioli in un match in cui ci furono diversi dubbi sulla direzione arbitrale.

SEGNALE IMPORTANTE – I rossoneri dovranno quindi cercare di sfatare quello che sta diventando un tabù, visto che al Milan la vittoria contro il Napoli davanti al proprio pubblico manca dal dicembre 2014, quando sulla panchina milanista sedeva Pippo Inzaghi, mentre in campo le reti di Menez e Bonaventura furono decisive per dare un dispiacere a Benitez. Sarà importante avere la consapevolezza che un risultato utile contro la squadra di Spalletti vorrebbe dire rimanere imbattuti negli scontri diretti del girone d’andata e manderebbe un segnale alla concorrenza, a maggior ragione in un momento difficile causato da infortuni e dalla scarsa condizione atletica.

Milan-Napoli: Lorenzo Insigne e Alessio Romagnoli