sabato, Gennaio 22, 2022

Pioli in conferenza: “Noi siamo forti, loro fortissimi: ci sono le condizioni per giocare una grande partita”

Author

Categories

Share

- Advertisement -

Stefano Pioli ha parlato nella conferenza stampa della vigilia di Milan-Liverpool, 6ª e decisiva giornata del girone B di Champions League. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossonero.

Come peso specifico e preparazione mentale ricorda un po’ quella di Bergamo di maggio. Abbiamo affrontato tante altre sfide importanti e ne incontreremo ancora. È una partita difficile, ma l’abbiamo preparata molto bene“.

Sulle chiavi del match: “Il Milan dev’essere forte perché il livello è molto alto: affrontiamo una delle squadre migliori al mondo, papabile vincitrice della Champions. Più saremo imprevedibili, attaccando gli spazi, più occasioni creeremo. Credo che dovremo avere tanti giocatori offensivi. Cercheremo di evitare di avere un punto di riferimento statico. Krunic, Diaz, Messias: sono tutti abili a fare questo e possiamo sfruttare questa situazione“.

Sul momento della squadra: “La squadra sta bene sia fisicamente che mentalmente, San Siro pieno di tifosi sarà importante: ci sono tutte le condizioni per giocare una grande partita“.

Sugli infortuni: “Ci stiamo lavorando tanto sicuramente, perché alla lunga faranno la differenza. Stiamo facendo di tutto per agevolare il recupero, la preparazione dei giocatori. Dobbiamo stringere i denti fino al 22 dicembre“.

Sulle differenze con l’andata: “A differenza dell’andata, dove subimmo molto la pressione, avendo poca personalità, dovremo utilizzare le nostre conoscenze per superare la loro prima pressione. Poi potrebbero aprirsi spazi dove mostrare le nostre qualità“.

Sulla consapevolezza della squadra: “Siamo convinti di due cose: che noi siamo forti e che loro siano fortissimi. Abbiamo voglia di misurarci con quelli fortissimi, sono partite che ci servono. La vittoria deve passare attraverso sacrificio, lucidità e determinazione“.

Sull’ipotesi Europa League: “L’Inter lo scorso anno ha fatto un gran girone di ritorno, ma le loro capacità l’avrebbero permesso nonostante le gare europee. Se dovessimo andare in Europa League lo faremo con massimo impegno: l’obiettivo è tornare grandi in Europa“.

Su Tomori: “È fortissimo, ha bellissime caratteristiche per il nostro modo di interpretare le gare. Le qualità singole fanno la differenza, ma è il gioco di squadra che fa vincere o perdere: a Madrid, ad esempio, non c’era“.

Stefano Pioli - Milanpress, Robe dell'altro Diavolo
Stefano Pioli – Milanpress, Robe dell’altro Diavolo

Author

Share