HomePrimo PianoIl Milan si gode un Kessie sempre più leader: l’ivoriano ora è...

Il Milan si gode un Kessie sempre più leader: l’ivoriano ora è un giocatore maturo e insostituibile

Dopo Crotone, Udinese, Fiorentina, Sampdoria, Benevento e Torino, anche la vittoria di Bologna porta la firma di Frank Kessie che sta vivendo, come altri, la sua miglior stagione da quando veste la maglia rossonera. Il comandante – o Presidente – è uno di quelli che sta giovando maggiormente della presenza di Zlatan Ibrahimovic, perché rispetto alle vecchie versioni, il Kessie guidato da Pioli è un giocatore ordinato, attento e soprattutto decisivo. Parla da leader, agisce da leader e, come nelle partite sopracitate, toglie le castagne dal fuoco con una freddezza invidiabile. Una freddezza che in alcune situazioni lo posiziona addirittura di un gradino più in alto a Benjamin Button, ad esempio nei tiri dagli undici metri in cui l’ivoriano ha una percentuale di realizzazione superiore di quasi il 40% rispetto allo svedese.

Kessie vero leader, ora Frank è un giocatore maturo

Dopo Ibrahimovic, Kessie è tra quei giocatori di rilievo all’interno dello spogliatoio per personalità e leadership, assieme ad Hakan Calhanoglu e Gigio Donnarumma. Un ragazzo serio, che si è messo definitivamente alle spalle gli episodi negativi della gestione Gattuso. E poi, un mediano di estrema importanza in tutte e due le fasi di gioco. Che Frank sia un leader della squadra lo si capisce dalle sue parole: “Il mio rendimento in zona gol? Voglio arrivare in doppia cifra, ma conta innanzitutto la squadra”. E ancora: “Il soprannome ‘Presidente’ è un motivo d’orgoglio, perché ho una grande responsabilità che mi spinge a fare bene”. Allo stesso tempo però, Kessie è realista ed umile e sa che per continuare su questa strada bisogna continuare a pedalare: “Secondo me anche Juventus, Inter, Atalanta e Roma sono in corsa per lo scudetto. Noi dobbiamo pensare a noi stessi ed andare più forte delle avversarie, dando il massimo”. Maturità. Che è forse la caratteristica che più risalta nel Kessie formato 20/21.

Milan: Franck Kessie - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Franck Kessie – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Kessie, ora è tempo di rinnovo. E col Crotone…

Se nelle precedenti sessioni di mercato l’ivoriano è sempre stato l’indiziato numero uno alla cessione, possiamo stare tranquilli che tra quattro mesi non sarà così. Kessie ha convinto tutti: da Pioli alla società, dalla dirigenza ai tifosi. Ci sono tutti i presupposti per continuare insieme, che tra l’altro è la volontà dello stesso giocatore. Del resto, un mediano vicino alla doppia cifra di reti e così preciso in fase di interdizione non si trova tutti i giorni, e il Milan è consapevole di averlo tra le mani. Così come ne è consapevole Stefano Pioli, che raramente ha fatto a meno del suo numero 79. Infatti, in questo 2021 Kessie non ha saltato neanche una partita, salvo un’ora di gioco di Coppa Italia. La sua ultima assenza risale al 23 dicembre quando fu costretto a saltare Milan-Lazio per squalifica. Da lì in poi, otto incontri in un mese. Proprio per questo motivo, contro Crotone e Spezia sarebbe saggio concedere dei turni di riposo e gettarlo nella mischia solo se necessario. Dopo le due neopromosse ci saranno quattro gare di estrema importanza, tra cui il derby e il doppio incrocio con la Stella Rossa in Europa League. In questi appuntamenti, Kessie non potrà assolutamente mancare.

Kessie: Milanpress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Il Toro vede rosso(nero): la statistica di Lautaro nei derby contro il Milan

Segna sempre Lautaro. Il Toro quando vede il Milan vede rosso(nero). Con il gol...

Chi cresce di più in Serie A? Milan primo in questa speciale classifica

Il Milan è fuori dalla zona Champions ma c'è un'altra classifica in Serie A...

Derby, ancora un San Siro delle grandi occasioni: ieri il 3° miglior incasso di sempre in Serie A

Come sempre accade quanto si tratta del derby più importante d'Italia, anche ieri la...

Milan, se Leao non parte titolare… Lo score rossonero con Rafa fuori

Altra panchina, la seconda consecutiva per Rafael Leao. Il portoghese è rimasto inizialmente fuori...

Ultim'ora

Il Toro vede rosso(nero): la statistica di Lautaro nei derby contro il Milan

Segna sempre Lautaro. Il Toro quando vede il Milan vede rosso(nero). Con il gol...

Chi cresce di più in Serie A? Milan primo in questa speciale classifica

Il Milan è fuori dalla zona Champions ma c'è un'altra classifica in Serie A...

Derby, ancora un San Siro delle grandi occasioni: ieri il 3° miglior incasso di sempre in Serie A

Come sempre accade quanto si tratta del derby più importante d'Italia, anche ieri la...