HomePrimo PianoFlorenzi alla Cancelo è solo l'ultimo colpo di genio di Pioli, ma...

Florenzi alla Cancelo è solo l’ultimo colpo di genio di Pioli, ma nasconde una bocciatura

Altra prova di spessore tecnico e caratteriale di Alessandro Florenzi, anche detto mister duttilità. Iniziano ad essere tante le partite nelle quali Pioli si affida al suo esterno romano. Terzino destro, esterno alto, terzino sinistro: dove lo metti, lui dà sicurezza e fa bella figura.

Contro l’Empoli è stata la seconda gara stagionale disputata sull’out mancino e, come contro la Sampdoria, la prestazione è stata buona. Chiariamo: non è Theo Hernandez, ma ieri non lo ha fatto rimpiangere, andando per ben due volte vicino alla rete nei primi 45′. Presenza in attacco costante, ma anche tanta attenzione difensiva.

Florenzi alla Cancelo: l’idea di Pioli

Non è nuovo ad evoluzioni tattiche il tecnico rossonero. L’ultima era stata a Napoli con un 4-3-3 nemmeno mascherato che era già stato proposto diverse volte in stagione. Potremmo nominare la mossa Brahim Diaz sul finale della scorsa annata, oppure quella di Kessie sulla trequarti contro i toscani all’andata: insomma, Pioli ha sempre una soluzione pronta.

Come sostituire il terzino sinistro più dirompente della Serie A? Con l’esperienza e le abilità tecniche di Florenzi. Forse azzardato, ma l’idea dell’ex allenatore della Fiorentina sembra poter essere arrivata dall’utilizzo oramai costante da parte di Pep Guardiola di Joao Cancelo sulla fascia mancina. Il portoghese è un terzino atipico, perché si muove in tutto il campo e tocca più palloni dei compagni, ma parte da quella zona ed è di piede destro.

Le sortite offensive nel giocatore del Manchester City non sono sporadiche, come non lo sono state quelle dell’ex Roma ieri sera, spesso in proiezione offensiva. L’esempio è racchiuso in quell’uno-due rapido con Kessie che lo ha portato al tiro parato da Vicario dopo pochi minuti dall’avvio del match: il numero 25 si era accentrato e di tacco ha servito il compagno prima di essere ricompensato.

La bocciatura nascosta

Nascosta neanche troppo. Se Stefano Pioli ha preferito azzardare una mossa di questo tipo, in profondità si può intravedere la poca affidabilità di Ballo-Toure, probabilmente non ritenuto ancora il giocatore che possa sostituire Theo Hernandez.

Stando ad oggi, il senegalese non sembra aver alcuna noia fisica e sembra che si sia trattato di semplice scelta tecnica. Che sia un’indicazione per il futuro di entrambi? Florenzi sempre più in al progetto Milan, Ballo-Toure sempre più out. In estate si capirà meglio, ma per il momento i segnali lanciati sono questi.

Milan: Alessandro Florenzi (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Alessandro Florenzi (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Contatti tra Milan e Roma per Tammy Abraham: l’inglese vuole i rossoneri, si tratta

Sembra che il Milan abbia trovato l'attaccante che completerà il proprio roster offensivo. Confermato...

Milan, il Soccer Champions Tour sarà visibile su DAZN: i dettagli

Il Milan anche questa estate si confronterà con Manchester City, Real Madrid e Barcellona...

Da giocatore a dirigente è cambiato poco: Ibra sempre in mezzo alle critiche. Ma è proprio così che riesce a dare il meglio…

La mancanza di una comunicazione chiara ma quanto mai necessaria è stata, per tutta...

Malagò: “Emendamento Mulè? Vedremo quali saranno le ricadute di tutto questo. Quando succede una cosa del genere…”

Il presidente del Coni Giovanni Malagò, ha parlato della lettera scritta da Uefa e...

Ultim'ora

Contatti tra Milan e Roma per Tammy Abraham: l’inglese vuole i rossoneri, si tratta

Sembra che il Milan abbia trovato l'attaccante che completerà il proprio roster offensivo. Confermato...

Milan, il Soccer Champions Tour sarà visibile su DAZN: i dettagli

Il Milan anche questa estate si confronterà con Manchester City, Real Madrid e Barcellona...

Da giocatore a dirigente è cambiato poco: Ibra sempre in mezzo alle critiche. Ma è proprio così che riesce a dare il meglio…

La mancanza di una comunicazione chiara ma quanto mai necessaria è stata, per tutta...