HomeIn evidenzaMilan, a che punto sei?

Milan, a che punto sei?

Cinquantasei giorni. Tanto manca allo start della Serie A 2024-25, un campionato che il Milan si avvia ad affrontare con una nuova guida tecnica, un nuovo centravanti – ancora sconosciuto – e chissà quali altri cambiamenti. Stilare una griglia di partenza per la nuova stagione il 22 giugno è pressoché impossibile, i rossoneri ripartono però da un secondo posto in chiaroscuro, ottenuto quasi in carrozza anche grazie alla pochezza delle inseguitrici ma con tanti nei.

Tanti gol subiti, troppi blackout nei momenti importanti, una fase difensiva colabrodo, un centrocampo spesso improvvisato. Fonseca dovrà lavorare per correggere tutto quello che nell’ultima stagione non ha funzionato. Ma – colpi di scena di mercato permettendo – il tecnico portoghese ha anche diverse certezze da cui ripartire: giocatori come Maignan, Theo Hernandez, Leao, Pulisic, Reijnders. Alcuni di loro da rimettere un po’ a lucido, altri chiamati a confermarsi o a fare il salto di qualità.

Milan: Zlatan Ibrahimovic (Photo via AC Milan)
Milan: Zlatan Ibrahimovic (Photo via AC Milan)

Aspettando di capire cosa porterà il mercato al Milan e anche alle altre squadre, la base rossonera sembra già solida e pronta per un campionato di alto livello. Quei tre-quattro tasselli fondamentali però saranno tutt’altro che facili da trovare: un terzino destro, un difensore centrale mancino, un mediano e un centravanti. Ad oggi infatti il Milan si ritrova con un centrocampo scopertissimo e soprattutto senza un vero numero 9, eccezion fatta per Jovic e l’enigma Okafor, che Pioli ha visto quasi esclusivamente come ala sinistra.

Dando un’occhiata alle rivali, solo l’Inter sembra aver già una forma chiara e definita e molto probabilmente resterà la squadra da battere. La Juventus di Thiago Motta è ancora un cantiere – ma le voci che portano a Douglas Luiz e Kephren Thuram non lasciano tranquilli – mentre il Napoli di Conte è un mistero a 360 gradi, con tanti scontenti illustri e una rivoluzione da operare. Insomma il Milan non parte da una brutta posizione, ma servono idee chiare, giuste e soprattutto la volontà di fare uno step necessario.

Altre notizie

Ansa, stadi a Milano: la politica regionale si schiera contro i nuovi impianti di Milan e Inter. “Avanti con San Siro”

La politica regionale, sia di destra che di sinistra, in Lombardia si è schierata...

Meno di un mese all’inizio del campionato. Adesso servono intelligenza e pragmatismo

Meno di un mese all’inizio del campionato per il nuovo Milan targato Paulo Fonseca....

Il Milan vuole accelerare per Pavlovic: nelle prossime ore nuovi contatti

Il Milan per la difesa ha deciso di puntare su Strahinja Pavlović ed è...

Nazionali: un gol di Zeroli e una doppietta di Camarda trascinano l’Italia U19 alle semifinali dell’Europeo

L'Italia Under 19 si è qualificata battendo 3-0 l'Irlanda del Nord alle semifinali dell'Europeo...

Ultim'ora

Ansa, stadi a Milano: la politica regionale si schiera contro i nuovi impianti di Milan e Inter. “Avanti con San Siro”

La politica regionale, sia di destra che di sinistra, in Lombardia si è schierata...

Meno di un mese all’inizio del campionato. Adesso servono intelligenza e pragmatismo

Meno di un mese all’inizio del campionato per il nuovo Milan targato Paulo Fonseca....

Il Milan vuole accelerare per Pavlovic: nelle prossime ore nuovi contatti

Il Milan per la difesa ha deciso di puntare su Strahinja Pavlović ed è...