Inter, Correa: “Loro non hanno mai sbagliato, ma noi non siamo inferiori seppure a -7. Voglio fare ancora gol al Milan”

Author

Categories

Share

Alla vigilia di Milan-Inter, La Gazzetta dello Sport ha intervistato l’attaccante nerazzurro Joaquin Correa, che ha detto la sua sul derby: “Abbiamo trovato più sicurezza, sistemato qualcosa e adesso siamo più padroni della partita, sia davanti che dietro. Se riusciremo a sviluppare questo gioco, avremo grandi chance di vincere. Siamo ancora a inizio stagione, ma di sicuro senti nell’aria che questa è una partita speciale, una di quelle che possono cambiare una stagione: i tifosi nerazzurri ci chiedono una grande gioia e noi vogliamo dargliela. Sarebbe sbagliato fare calcoli. Dobbiamo, invece, ragionare al contrario, pensare a quanto sarebbe importante arrivare noi a -4: con una vittoria può cambiare tutto, sarebbe un messaggio, significherebbe che possiamo ancora essere protagonisti. Ma ora i giudizi definitivi non servono, serve stare là attaccati alla vetta“.

Correa prosegue: “Loro semplicemente non hanno mai sbagliato, quindi bravi loro. Noi qua e là abbiamo commesso degli errori e qualche episodio non è girato bene, così abbiamo perso qualche punto pesante. Comunque, non ci possiamo lamentare perché stiamo facendo un buon campionato. E adesso è proprio il momento di far vedere la qualità di una rosa di altissimo livello: di sicuro nessuno di noi si sente inferiore al Milan per il fatto di essere a -7 punti. La mentalità è da grande squadra, quindi affrontiamo il derby senza paura“.

Correa è la vera bestia nera del Milan: l’argentino ha segnato cinque reti in nove sfide contro i rossoneri, che sono pertanto la vittima preferita dell’ex Lazio: “Se mi sta antipatico il Milan? No, ma sono molto legato al gol segnato nella semifinale di Coppa Italia 2019 con cui abbiamo passato il turno anche perché alla fine abbiamo portato a casa pure il trofeo. Un’altra volta ho segnato un gol al 94esimo: sono state tutte reti importanti, ma voglio segnarne altre ancora“.

Lazio: Joaquin Correa e Marco Parolo - Milanpress, robe dell'altro diavolo

Author

Share