Giovani, carichi e determinanti. Da prospetti a giocatori ‘veri’. A chi fa bene la pausa nazionali?

Author

Categories

Share

Quel pizzico di curiosità che consente di sopportare meglio la pausa delle nazionali, è seguire chi con la nostra maglia gioca un po’ meno o chi magari ha qualcosa ancora da dimostrare. In una rosa come quella del Milan pertanto è più facile che gli attenzioniati siano dunque i giovani.

In ambito nazionali maggiori in questo primo giro di partite, da segnalare l’ottima prova di Saelemaekers, che da esterno destro alto in Estonia – Belgio, ha giocato una gara con grandi contenuti qualitativi. Alexis sta diventando sempre più un palleggiare, capace di saltare con regolarità l’uomo e bravo nel muoversi senza palla tra le linee. Arrivato come oggetto misterioso dall’Anderlecht un anno e mezzo fa, é una certezza tecnica e tattica ormai. Giocatore moderno, che mette anche quantità, ha ancora il limite di esser poco incisivo in zona gol.

Nelle qualificazioni per Euro 2023, under 21 invece, importanti prestazioni di Tonali in Italia – Lussemburgo, che con personalità ha comandato il match, impreziosendo il tutto con un assist e anche Kalulu, che contro la Macedonia del Nord, partendo come terzino, ha addirittura trovato il gol, concludendo un contropiede in campo aperto a tu per tu col portiere, con un cucchiaio dolce dolce.

È anche attraverso la crescita di elementi come loro, acquistati come giovani prospetti, che club come il Milan di questo periodo storico, possono ambire ad un salto di qualità. La loro affermazioni a livello internazionale, rappresentano esattamente quei passi avanti necessari al consolidamento tecnico e caratteriale di cui la squadra ha bisogno.

Le scorciatoie impersonificate dai maxi investimenti degli sceicchi, sono per pochissime società in Europa. I sistemi sani finanziariamente salgono di tono in un tempo più lungo, ma si auspica durino poi più a lungo con la loro sostenibilità. Identikit conclamato del Diavolo.

Pierre Kalulu
Milan: Pierre Kalulu – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share