Da San Siro a San Siro, un anno dopo nuovo esordio Champions: il teatro è pronto per lo spettacolo

Categories

È solo una settimana di metà settembre ma per il Milan ha già il sapore di quelle importanti. Una settimana che si preannuncia decisiva anche se il campionato e la Champions League sono iniziati da poco. La Dinamo Zagabria prima, il Napoli poi. Questa sera e domenica, due notti in cui San Siro dovrà indossare il suo abito migliore ed essere il teatro di un grande spettacolo.

La Milano rossonera si prepara a riaccogliere la Champions dopo quasi un anno. Sono passati nove mesi da quel Milan-Liverpool che aveva lasciato l’amaro in bocca ma qualche consapevolezza in più. Ne sono passati dodici invece di mesi dall’esordio casalingo della scorsa stagione. Quel Milan-Atletico Madrid di cui ancora si parla. Un primo tempo di alto livello da parte dei rossoneri contro una grande squadra abituata a palcoscenici importanti. Un’espulsione, quella di Kessie, a macchiare una serata che poteva essere perfetta. Un secondo tempo di sofferenza in inferiorità numerica, come qualche giorno fa a Genova, che ha regalato all’Atletico prima l’1-1 e poi quell’1-2 tanto contestato e che fa discutere ancora oggi. Giusto per restare in tema con quello che è successo nell’ultimo weekend di Serie A tra arbitri e VAR. Le polemiche infatti non spariscono e soprattutto non finiscono mai.

Tornando al campo, il Milan proverà a regalare ai propri tifosi un esordio casalingo diverso. Un esordio da ricordare. Nonostante i diversi problemi di formazione di Stefano Pioli. Con Origi e Rebic ancora ai box, Giroud sarà costretto a fare ancora gli straordinari, ma come ha detto Pioli più gioca e più è contento. In quella competizione che forse conosce più di tutti ma che ancora non l’ha visto timbrare con la maglia rossonera. Chi invece il gol l’aveva trovato subito è Rafael Leao, proprio all’esordio casalingo dello scorso anno, che oggi sarà titolare prima di scontare la squalifica contro il Napoli e sfruttare l’occasione per tirare un po’ il fiato. Mercoledì e domenica, due date da segnare in rosso sul calendario prima della sosta per chiudere al meglio la prima parte di campionato ed attendere il prossimo tour de force.

Curva Sud Milan
Milan: Curva Sud – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Autore

condividi