HomeNewsSan Siro, Antonello: "Milan e Inter fanno parte della storia di questa...

San Siro, Antonello: “Milan e Inter fanno parte della storia di questa città, l’idea è che continuino a investire a Milano”

Il responsabile per le attività aziendali dell’Inter Alessandro Antonello ha parlato in conferenza del nuovo San Siro. Queste le sue parole dallo studio Barabino in Foro Buonaparte:

Sul nuovo progetto: “In un progetto di rigenerazione urbana, San Siro ha un distretto multifunzionale con una vocazione di natura sportiva. Siamo a San Siro e anche nel nuovo progetto verrà valorizzato questo aspetto. Il nuovo impianto sarà un punto di arrivo e rispetto al progetto iniziale i club hanno rimodulato le volumetrie per più di un terzo, abbiamo più che raddoppiato il verde”.

Sui cambiamenti in zona stadio: “Vorrei ricordare che questa diventerà una zona a traffico limitato, forse la più grande di Milano. Riteniamo il nuovo stadio possa essere un valore aggiunto non solo per i club ma anche per i cittadini. Abbiamo risposto alle ulteriori richieste che ci sono state fatte dal Comune. Oggi siamo qui per far vedere il progetto aggiornato con le richieste fatte dall’amministrazione”.

Sull’intenzione di Milan e Inter: “L’altro aspetto importante che vorrei mettere sul piatto è che Milan e Inter fanno parte della storia di questa città e hanno sempre fatto parte della parte attiva di questa città. Di conseguenza l’intenzione è che i club continuino a investire a Milano e per Milano. Per Milano si intende non solo per i tifosi ma anche per la cittadinanza. L’investimento sarà di circa 1,3 miliardi e garantirà migliaia di posti di lavoro. Gli obiettivi sono chiaramente sportivi perché lo stadio ormai è un elemento imprescindibile per migliorare. Poi ci sono obiettivi di natura ambientale, sociale e sostenibile. La sostenibilità è fondamentale in progetti come questi”.

Su cosa chiedono i tifosi: “L’esperienza che oggi i tifosi richiedono è diversa rispetto a quella di anni fa, oggi vogliono un’esperienza immersiva, con servizi addizionali, che ci avvicinano ai più alti standard europei. L’area sarà accessibile è aperta alla comunità, il progetto rispetterà i più alti standard qualitativi. Un progetto che farà una nuova area di aggregazione sociale alla città di Milano, per rinnovare il senso di appartenenza tra Inter, Milan e la città di Milano”.

Sulla storia: “Sul campo di San Siro entrambi i club hanno avuto numerosi successi. Il fatto di essere ancora qua a Milano deve fare da trade union fra il glorioso passato e il futuro che i club vogliono vivere e trasmettere alle nuove generazioni. Poi la memoria può essere interpretata a livello architettonico. Ci saranno idee che ascolteremo e che vorremo fare nostre con degli architetti che ci aiuteranno. Il vecchio San Siro non lo vedrete più per un motivo necessario, rispettare la riduzione dei volumi. Poi sulla memoria possiamo sbizzarrirci con tante idee. Fa parte del nostro DNA perché i club hanno un legame importante con San Siro e con la città”.

Sullo studio di fattibilità: “Siamo in una fase di studio di fattibilità, non è ancora un progetto esecutivo. Lo studio di fattibilità serve per trovare un’area e dare dei volumi. Poi la fase di progettazione esecutiva partirà dai vincoli che abbiamo e da lì si svilupperanno le idee architettoniche. Abbiamo scelto Populous perché ci piaceva la loro proposta architettonica. Ora siamo qui a dire che il progetto richiede determinati volumi, poi sulla situazione architettonica avremo tempo di pensarci durante la progettazione esecutiva”.

Sulla capienza dello stadio: “Prima della pandemia la capienza media era intorno ai 60 mila spettatori. Dopo la pandemia c’è una partecipazione più ampia. L’idea è di avere uno stadio da i 60-65 mila posti, su questo stiamo lavorando”.

Milan: stadio San Siro Meazza
Stadio Giuseppe Meazza in San Siro – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...

MP GRAPHIC – Milan, dicembre in giro per il mondo. Tutte le amichevoli in programma

In attesa che si chiuda il capitolo Mondiali i n Qatar prima di rientrare...

Ultim'ora

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...