HomePrimo PianoRivelazione dei primi mesi, poi un periodo di appannamento: un 2020 a...

Rivelazione dei primi mesi, poi un periodo di appannamento: un 2020 a luci ed ombre per Samu Castillejo

La parola chiave di questo incredibile ed indimenticabile 2020 è continuità. Quella sul campo, in termini di risultati e conferme, ma anche societaria, perché mettendo da parte il progetto Rangnick il fondo Elliott ha imboccato una strada ben precisa, confermando un cammino iniziato all’alba del 2020. Non è un caso che la striscia di risultati utili consecutivi iniziata a marzo continui fino ad oggi, così come non sorprende l’esplosione di alcuni singoli, che dopo aver visto cambiare allenatori, schemi e compagni possono finalmente esaltarsi all’interno di un solido collettivo, con una spina dorsale forte ed un sistema di gioco che permette a tutti di entrare e far vedere di cosa si è capaci. Cosa manca per raggiungere il top? Dimostrare di saper stare lassù, mantenere la concentrazione, senza perdersi per strada.

Castillejo, la rivelazione dei primi mesi

Quest’ultima parte è stata forse il tallone d’Achille di un calciatore in particolare, Samu Castillejo, che in questo 2020 ha fatto il bello ed il cattivo tempo nel rettangolo di gioco. Dopo l’addio di Suso e l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic, quasi un anno fa, lo spagnolo è stato lanciato da Pioli sulla destra nel 4-4-2 facendo leva sulla sua ottima qualità nelle due fasi, specie in copertura, che era ciò che mancava al connazionale. L’esperimento dà subito i suoi frutti e Samu riesce finalmente a conquistarsi una maglia da titolare che non abbandonerà per mesi, un po’ per i risultati e un po’ perché la destra, senza lui, non ha valide alternative. L’unico adattabile in quella zona di campo era Lucas Paquetà, non troppo adatto per caratteristiche, e questo risaltava ancor più l’importanza di Samu. Anche nel post lockdown, tra gol e assist, la musica non è cambiata. Grazie alla sua imprevedibilità ed alla buona tecnica palla al piede, Castillejo ha messo a segno diversi gol ed assist meritandosi la fiducia anche in questa stagione.

Samu Castillejo – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Castillejo, un periodo finale di appannamento

In questa stagione però, qualcosa è successo. Saranno stati i diversi infortuni, sarà che la sua egemonia è stata messa in discussione per la prima volta, ma il Castillejo di questi mesi non è più quello del post lockdown. Come dicevamo poco fa, il primo pensiero va alla concorrenza di Alexis Saelemaekers, che sta mettendo sul campo continuità e pure qualche gol. Quando un compagno fa così bene, dall’altra parte può scattare qualcosa. La stessa situazione capitata a Leao dopo l’esplosione di Rebic, che ha visto il portoghese affrontare mesi difficili dietro le quinte. Ma torniamo al discorso iniziale, il saper stare in alto senza perdersi per strada. Ecco, in questo Samu sta dando segnali poco positivi. Anche contro la Lazio, il suo ingresso non ha dato una scossa alla squadra, in evidente difficoltà dalla pressione biancoceleste e dal pareggio appena subito. Poi ci sono state alcune fiammate, come contro Lille e Sampdoria, ma nessun segnale di continuità. Il tempo al Milan è poco, si sa. E se Castillejo vorrà continuare a vestire rossonero, il 2021 dovrà essere sinonimo della parola chiave di questo Milan: continuità.

Milan: Samu Castillejo – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Shevchenko: “Arda Guler affascina chiunque, è nata una stella. Montella ha fatto un buon lavoro in poco tempo”

Andriy Shevchenko ha parlato a Hurriyet, testata turca, riguardo alle emozioni che ha vissuto...

Rabiot, è finita con la Juventus: il club bianconero si è infastidito, ora Real e Milan ci pensano seriamente

È finita tra Adrien Rabiot e la Juventus. Arrivato nel 2019 a Torino, il...

Furlani: “Morata ci ha impressionato, parla da leader. Mercato? L’estate 2024 è molto diversa da quella del 2023”

Giorgio Furlani è stato intervistato a Madrid dalla Gazzetta dello Sport. Il dirigente meneghino...

Il Milan Futuro approda su Instagram: nuovi ed accattivanti contenuti per gli amanti del Diavolo

Il Milan Futuro ha deciso di sbarcare su Instagram per deliziare i tifosi rossoneri...

Ultim'ora

Shevchenko: “Arda Guler affascina chiunque, è nata una stella. Montella ha fatto un buon lavoro in poco tempo”

Andriy Shevchenko ha parlato a Hurriyet, testata turca, riguardo alle emozioni che ha vissuto...

Rabiot, è finita con la Juventus: il club bianconero si è infastidito, ora Real e Milan ci pensano seriamente

È finita tra Adrien Rabiot e la Juventus. Arrivato nel 2019 a Torino, il...

Furlani: “Morata ci ha impressionato, parla da leader. Mercato? L’estate 2024 è molto diversa da quella del 2023”

Giorgio Furlani è stato intervistato a Madrid dalla Gazzetta dello Sport. Il dirigente meneghino...