sabato, Maggio 21, 2022

MP PREVIEW – Verso Napoli-Milan: tutto quello che c’è da sapere

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Una sfida d’altri tempi, in un’atmosfera d’altri tempi: Napoli-Milan è una vera e propria gara scudetto e chiude la 28ª giornata di Serie A. Al Maradona torna una grande partita per la lotta al vertice, come nel maggio 1988 quando proprio i partenopei guidati da Diego furono battuti dal Milan di Sacchi per 2-3, facendo spiccare il volo ai rossoneri verso la conquista dell’undicesimo titolo.

Luciano Spalletti l’ha voluta caricare di emotività, con la consueta citazione allo storico numero 10 azzurro, ma anche Stefano Pioli non si è astenuto dal definire il match un crocevia, il primo degli undici mancanti da qui alla fine del campionato. Uno stadio tutto esaurito è pronto ad ospitare uno spettacolo unico: ecco la nostra preview, partendo dall’analisi dello stato di forma delle due squadre.

Napoli: Luciano Spalletti
Napoli: Luciano Spalletti – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Napoli

20 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte: questo è il ruolino di marcia degli azzurri in questa stagione. I partenopei sono reduci da una grandissima vittoria ottenuta in zona Cesarini all’Olimpico contro la Lazio per 1-2. Il gol di Fabian Ruiz al 94’ ha spedito la squadra campana momentaneamente in vetta a pari merito con i rossoneri a 57 punti.

Saranno solamente due gli indisponibili per Luciano Spalletti: si tratta di Malcuit e l’acquisto invernale Tuanzebe che, fino a questo momento, non è stato un innesto utilissimo. Due anche i diffidati: si tratta del rientrante Anguissa e Demme.

Per quel che riguarda la formazione titolare, non dovrebbero esserci grandi dubbi: Politano e Lobotka dovrebbero vincere i relativi ballottaggi con Elmas e Demme. Per il resto il tecnico di Certaldo si affida alle sue certezze, a partire dal capitano Lorenzo Insigne che agirà sulla sua fascia sinistra.

Indisponibili Malcuit (lesione di basso grado del muscolo soleo della gamba destra), Tuanzebe (lombalgia) 
Squalificati
Diffidati Anguissa, Demme
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Lo stato di forma delle due squadre: Milan

18 vittorie, 8 pareggi, 8 sconfitte: questo il cammino dei rossoneri fino a questo punto dell’annata. La squadra è reduce da tre pareggi consecutivi, due deludenti in campionato contro Salernitana e Udinese, uno più convincente nel derby di Coppa Italia contro l’Inter. La classifica, come già detto in precedenza, vede i ragazzi di Pioli a 57 punti, a -1 dai cugini con lo stesso numero di partite disputate.

Anche per il Milan sono due gli indisponibili: il primo è il lungodegente Kjaer, mentre il secondo è Romagnoli che non è riuscito a recuperare in tempo per la trasferta napoletana. Chi ce la dovrebbe fare, invece, è Zlatan Ibrahimovic, verso la prima convocazione dal 23 gennaio (match contro la Juventus). Occhio ai diffidati: Brahim Diaz e Theo Hernandez rischiano il match casalingo contro l’Empoli.

Il tecnico emiliano si è detto sicuro della formazione che schiererà dal 1’: presumibilmente Messias e Kessie la spunteranno su Saelemaekers e Brahim Diaz. In mediana torna la coppia Tonali-Bennacer, mentre in difesa sarà Kalulu a sostituire il capitano (fascia a Calabria). 

Indisponibili Kjaer (danno legamentoso al ginocchio sinistro), Romagnoli (risentimento all’adduttore)
Squalificati
Diffidati Brahim Diaz, Romagnoli, Theo Hernandez

 

Statistiche e precedenti di Napoli-Milan

  • Sarà il 148° incontro in Serie A tra Napoli e Milan: 55 successi rossoneri, 48 pareggi, 44 vittorie azzurre;
  • Il bilancio tra Napoli e Milan nei 73 precedenti al San Paolo (Maradona) è il seguente: 28 vittorie interne, 22 i pareggi e 23 i successi rossoneri;
  • Il Milan ha vinto solo uno degli ultimi 14 confronti di Serie A con il Napoli (3-1 fuori casa il 22 novembre 2020) e in questo parziale ha subito 8 sconfitte (5 pareggi), tra cui le ultime 2 in ordine di tempo (entrambe per 0-1);
  • Il Napoli è la squadra che ha guadagnato più punti in questo girone di ritorno in Serie A (18 punti in otto partite), il Milan è 4° in questo parziale (15 punti in otto gare); gli azzurri avevano iniziato questo girone d’andata con 8 vittorie nelle prime 8, seguiti proprio dai rossoneri in classifica (7 vittorie, 1 pareggio);
  • Il Milan ha vinto nell’ultima trasferta a Napoli di campionato (3-1 il 22 novembre 2020) e non ottiene 2 successi di fila in casa degli azzurri in Serie A dal 1981 (in quel caso la seconda partita terminò 1-0 per i rossoneri grazie all’autorete di Ferrario);
  • In tutte le ultime 5 sfide tra Napoli e Milan in casa dei partenopei in Serie A sono sempre stati segnati almeno 3 gol a match (22 in totale, 4.4 di media a match);
  • Napoli e Milan si affronteranno per la settima volta in Serie A potendo vantare gli stessi punti a inizio giornata: nei 6 precedenti non c’è stato alcun pareggio, con 3 vittorie per parte;
  • Sia Napoli che Milan hanno migliorato il loro bottino di punti dopo 27 giornate di campionato rispetto alla scorsa Serie A: +1 per i rossoneri (57 contro 56) e +4 per i partenopei (57 contro 53);
  • Il Milan ha incassato ben 7 gol su sviluppi di corner in questo campionato (solo il Cagliari con 8 ha fatto peggio), tra cui quello del match d’andata contro il Napoli: i rossoneri hanno concesso il 24% dei gol in questa Serie A da questa situazione di gioco (nessuna formazione ha fatto peggio in percentuale);
  • Sarà la sfida tra le due squadre che contano più gol da fuori area in questa Serie A: il Napoli 10, grazie anche ai 6 centri dalla distanza di Fabian Ruiz (primato nel torneo in corso), il Milan 9 (Ibrahimovic con 3 è il rossonero che ne ha realizzati di più da fuori area);
  • I rossoneri, che hanno perso una sola partita in trasferta nel corso di questo campionato, hanno il miglior attacco esterno della Serie A 2021/22 con 31 reti realizzate;
  • Il Milan è la squadra più prolifica nella prima mezzora di gioco di questa Serie A (20 reti) e, al pari di Lazio e Atalanta, anche quella che segna di più negli ultimi 30 minuti di gioco (21).

Probabili formazioni di Napoli-Milan

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka; Politano, Zielinski, Insigne (c); Osimhen.  (A disp.: Meret, Marfella; Zanoli, Juan Jesus, Ghoulam; Anguissa, Demme, Elmas; Lozano, Mertens, Ounas, Petagna)  All. Luciano Spalletti

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria (c), Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Messias, Kessie, Leao; Giroud.  (A disp.: Mirante, Tatarusanu; Florenzi, Gabbia, Ballo-Toure; Bakayoko, Brahim Diaz, Castillejo, Krunic, Saelemaekers; Ibrahimovic, Lazetic, Maldini, Rebic)  All. Stefano Pioli

Gli uomini chiave di MilanPress

Uomo chiave del Napoli: Victor Osimhen

Uomo chiave del Milan: Rafael Leao

Victor Osimhen - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Victor Osimhen – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Gli uomini del match: Napoli

È Victor Osimhen il nostro uomo chiave per la sfida contro i rossoneri. Il nigeriano è alla prima vera gara contro il Milan, poiché l’ha saltata due volte per infortunio e nel terzo caso ha giocato solamente una mezz’ora. Contro la Lazio ha interrotto un trend positivo di partecipazioni alle reti azzurre: il numero 9, infatti, aveva segnato 2 gol e fornito un assist contro Venezia, Inter e Cagliari.

Sarà molto “affascinante” (così l’ha definito Pioli) il duello con la coppia Kalulu-Tomori, entrambi molto rapidi e aggressivi sull’uomo. Sarà una questione di dettagli e di velocità, ma l’attaccante partenopeo può avere dalla sua lo stacco aereo che in queste due stagioni in Campania ha perfezionato.

Milan: Theo Hernandez e Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Theo Hernandez e Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Gli uomini del match: Milan

È Rafael Leao il nostro uomo chiave per la sfida contro gli azzurri. Tra i rossoneri con almeno un gol segnato sia nel campionato 2020/21 che nel torneo 2021/22, il portoghese è l’unico giocatore del Milan ad essersi già migliorato in termini di reti rispetto alla scorsa stagione (8 gol quest’anno contro i 6 della scorsa Serie A). Il numero 17 ha sfidato 5 volte la squadra prima in classifica a inizio giornata, trovando il gol in 2 di queste occasioni: contro la Juventus il 7 luglio 2020 e contro la Lazio lo scorso 12 settembre.

Nelle ultime partite sta cercando di trascinare la squadra sulle sue spalle con giocate e reti, ma lui solo non basta. Pioli l’ha voluto responsabilizzare ancora di più nella conferenza stampa della vigilia: “Puntiamo su Rafa perché sta diventando sempre più determinante per noi“. Di Lorenzo è un osso duro, ma non ha il suo passo: c’è bisogno della sua rapidità e della sua classe per uscire vittoriosi dal Maradona.

Dove seguire Napoli-Milan

Partita: Napoli-Milan

Data: 6 marzo 2022

Orario: 20.45

Arbitro: Daniele Orsato

Assistenti: Fabiano Preti, Alessandro Giallatini

IV uomo: Giacomo Camplone

VAR e AVAR: Paolo Valeri, Mauro Vivenzi

Canale: DAZN

Diretta testuale: account Twitter di Milanpress o milanpress.it

Author

Share