martedì, Gennaio 25, 2022

Milan, il turnover avversario in Champions è un’arma a doppio taglio. L’Inter fa scuola

Author

Categories

Share

- Advertisement -

Solita vigilia per il Milan, con conta dei feriti, degli acciaccati e zero speranze di rientri. Una brutta abitudine consolidata nel tempo, una spirale dalla quale non si riesce ad uscire nonostante ci siano soste nazionali o partite più abbordabili nelle quali fare un po’ di rotazione.

Per contro di fronte, con ogni probabilità, ci sarà un Liverpool con diverse riserve dal primo minuto. La classifica del girone lo consente e la classifica di Premier al contempo lo consiglia allo stesso Klopp, visto che i Reds come il Milan sono in piena bagarre per i primissimi posti.

La pressione tuttavia è tutta dalla parte del Diavolo, che troverà uno stadio pieno a supportarlo, contro una squadra leggera di testa e libera da ogni necessità di far risultato. Una situazione che in modo sinistro ricorda Inter-Barcellona del 2019, coi blaugrana infarciti di ragazzi della Masia, che alla fine finirono per sbancare San Siro senza troppe difficoltà.

Le assenze nel reparto offensivo non saranno propriamente di aiuto a Pioli e al suo staff, ma come scritto sulle nostre pagine in questi giorni, sarà necessario fare affidamento sulla creatività tattica che è stato un rifugio nel corso di questa gestione.

L’obiettivo è molto alto, per certi aspetti inaspettato al primo anno di partecipazione dopo sette di assenza. Le difficoltà restano più delle facilitazioni, ma provarci con convinzione è il minimo che si possa chiedere alla squadra. Insieme, col sistema e non coi singoli.

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share