HomePrimo PianoE se le soluzioni all'addio di Calhanoglu fossero Szoboszlai e Brahim Diaz?

E se le soluzioni all’addio di Calhanoglu fossero Szoboszlai e Brahim Diaz?

Negli ultimi giorni vi stiamo tenendo aggiornati sulla situazione del rinnovo contrattuale di Hakan Calhanoglu. Il turco ed il suo agente continuano a chiedere un cospicuo adeguamento del contratto, in scadenza il prossimo giugno. Il Milan, dal canto suo, non vorrebbe privarsi nel suo numero 10, soprattutto dopo le prestazioni post-lockdown.

L’ex Bayer Leverkusen ha infatti ingranato partita dopo partita, diventando più che decisivo per la causa rossonera. Il suo rapporto con Zlatan Ibrahimovic lo ha aiutato a migliorare e la loro intesa nel campo si è vista. Tuttavia c’è da risolvere la grana contrattuale, come detto. I 5/6 milioni che chiede sono veramente troppi per la società in questo momento, impegnata anche sul fronte Donnarumma, ancor più prioritario. Per questo si sta facendo avanti la possibilità di poter perdere Calhanoglu a parametro zero a fine anno. Vale davvero la pena di alzare l’offerta ed accontentare il giocatore?

Soluzioni alternative: Szoboszlai e Brahim Diaz

In squadra il Milan ha già l’alternativa naturale al turco con la maglia numero 10: Brahim Diaz. Lo spagnolo, però, è in prestito secco dal Real Madrid e ci sarà da discutere con i Blancos se si vorrà trattenere il giocatore. Diaz ha espresso già a più riprese la sua felicità di essere al Milan, ma al contempo ha parlato del suo rapporto speciale con Zidane. Proprio il tecnico transalpino è uno dei suoi più grandi estimatori e non ha alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire il giocatore. In tal senso svolgerà un ruolo fondamentale, oltre che la volontà finale del fantasista spagnolo, la figura di Paolo Maldini. Il dirigente rossonero ha ottimi rapporti con la società madrilena e potrebbe riuscire a convincerla a cedere Brahim Diaz a titolo definitivo. In tal caso, andrà calcolato anche l’esborso economico, dato che la valutazione del club di Florentino Perez potrebbe aggirarsi intorno ai 20/25 milioni di euro.

L’altra soluzione alternativa è quella che porta a Dominik Szoboszlai, centrocampista ungherese del Salisburgo. Nella giornata di ieri il quotidiano tedesco Bild lo ha dato vicinissimo al Lipsia, squadra, come il Salisburgo, comandata dal gruppo Red Bull. Il Milan, però, non molla il giocatore. L’unica possibilità rimasta ai rossoneri è quella di convincerlo a sposare il progetto di Elliott e rifiutare la destinazione tedesca. Sicuramente, in questo senso, la qualificazione alla prossima Champions League potrebbe cambiare le carte in tavola. Ricordiamo che per prelevare Szoboszlai serviranno almeno i 25 milioni di euro della clausola rescissoria. L’ungherese è dotato di una grandissima tecnica e di fisicità, potrebbe essere il sostituto ideale di Calhanoglu, andando a ringiovanire ancora di più la rosa di Stefano Pioli.

Dominik Szoboszlai – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Cosa aspettarsi dal futuro?

Il club di via Aldo Rossi cercherà fino all’ultimo di convincere il turco a rimanere in rossonero ed accettare le proposte del Milan. Ciononostante, come ormai possiamo avere imparato, Maldini e Massara lavorano su più piste, così da non rimanere spiazzati in casi eccezionali. I nomi di Szoboszlai e Brahim Diaz possono essere papabili per sostituire Calhanoglu, magari entrambi creando così una coppia di primo livello sulla trequarti. Per acquistarli, però, sarà fondamentale una cosa: la qualificazione in Champions League.

Il quarto posto, infatti, porterebbe beneficio alle casse rossonere in termini economici e porterebbe beneficio a livello di immagine del club. Nessun dramma quindi se non si troverà una soluzione per Calhanoglu, il Milan ha pronte le alternative. Mosse che andrebbero ancora una volta a sposare la strategia di Gazidis e di Elliott, ovvero quella del ringiovanimento della squadra. Non è da escludere che possa essere trovato un accordo con l’agente del numero 10, Gordon Stipic, per prolungare il contratto anche solo di un anno, così da non perdere il giocatore a zero e fare cassa dalla sua cessione. Tutto è in mano a Calhanoglu, il Milan attende di sapere la sua decisione così da poter fare la propria.

Milan: Hakan Calhanoglu - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Hakan Calhanoglu – Milanpress, robe dell’altro diavolo

 

Altre notizie

Bianchini (WWF Martesana Sud Milano): “Nuovo stadio Milan? Non in una zona boschiva che vogliamo far riconoscere”

L'area di San Donato Milanese è da proteggere per questioni ambientali. Questo afferma Giorgio...

Mercato Milan, per Broja si aggiunge un’altra pretendente. Ecco di chi si tratta

Fuori dal progetto del neo tecnico Enzo Maresca, Armando Broja è alla ricerca della...

Il Milan Under-16 K.O. in finale: lo Scudetto va all’Atalanta, che vince 3-2

Si è da poco conclusa la finale scudetto del campionato Under-16, che ha visto...

Milan, a che punto sei?

Cinquantasei giorni. Tanto manca allo start della Serie A 2024-25, un campionato che il...

Ultim'ora

Bianchini (WWF Martesana Sud Milano): “Nuovo stadio Milan? Non in una zona boschiva che vogliamo far riconoscere”

L'area di San Donato Milanese è da proteggere per questioni ambientali. Questo afferma Giorgio...

Mercato Milan, per Broja si aggiunge un’altra pretendente. Ecco di chi si tratta

Fuori dal progetto del neo tecnico Enzo Maresca, Armando Broja è alla ricerca della...

Il Milan Under-16 K.O. in finale: lo Scudetto va all’Atalanta, che vince 3-2

Si è da poco conclusa la finale scudetto del campionato Under-16, che ha visto...