Milan, la soluzione al mercato nella duttilità: ecco 3 profili “alla Desailly”

Milan: Paolo Maldini, Frederic Massara e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Paolo Maldini, Frederic Massara e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Due per uno o uno per due? Il Milan inizia il mese di agosto e si avvicina alla prima di campionato ancora alla ricerca di due obiettivi sul mercato: un difensore centrale e un centrocampista. L’obiettivo numero uno Charles De Ketelaere è stato acquistato dopo una lunga trattativa che ha per forza di cose costretto i dirigenti di via Aldo Rossi a rimandare altri discorsi.

La situazione sembra bloccata in entrambi i reparti, allora una dritta ha provato a darla Paolo Condò ai microfoni di Sky Sport: “Il Milan sta cercando un giocatore che possa ripercorrere la carriera di Desailly. Vuole un calciatore che possa giocare al centro della difesa ma all’occorrenza anche a centrocampo. Io ho in mente il nome, ma non credo sia in vendita ovvero Scalvini dell’Atalanta“. Escluso il nome del nerazzurro, abbiamo cercato tre profili che possano soddisfare questo criterio.

Milan, ecco Leander Dendoncker

Già in passato, ai tempi di Leonardo, il club rossonero apprezzava le caratteristiche di Leander Dendoncker, classe ’95. L’attuale centrocampista del Wolverhampton andrà in scadenza nel giugno 2023, ma la società ha un’opzione di rinnovo per un’altra stagione. Nella scorsa annata non ha giocato al centro della difesa (3 gol e 4 assist in 34 presenze), cosa che aveva fatto quella precedente. Il suo valore attuale secondo Transfermarkt è di 28 milioni di euro e il suo piede forte è il destro.

Le sue statistiche rivelano pregi e difetti: primo per colpi di testa a partita grazie alla sua stazza (188cm) in Premier League tra i colleghi in mediana; secondo per minor numero di palloni persi a partita (2,89, alle spalle solamente di Nampalys Mendy del Leicester); 44° per numero di passaggi a match (34,72, lontano da Jordan Henderson con 83,59); 39° per numero di passaggi riusciti a gara (31, lontano dai 75,56 di Rodri). Si tratta di un giocatore solido, ma che ha alcuni limiti nella qualità nell’ultimo quarto di campo. Dei tre profili che vi proporremo, sembra quello meno adatto a ricoprire una posizione arretrata, soprattutto in una difesa a 4.

Milan, ecco Raphael Onyedika

Il club rossonero è sempre attento con il reparto scouting a giovani talenti sui quali investire e Raphael Onyedika potrebbe essere uno di quelli. Si tratta di un classe 2001 nigeriano in forza al Midtjylland, squadra danese. Si tratta di un giocatore alto 184cm con un contratto dalla lunga durata: scadrà nel giugno 2026. In carriera ha occupato sia ruoli in zona mediana che al centro della difesa (nelle giovanili), nonostante la statura non elevata. La sua valutazione su Transfermarkt è di 5 milioni di euro e il suo piede forte è il destro.

È una pedina duttile, ma la sua posizione naturale è quella di centrocampista. Ha un’ottima struttura fisica e una buona velocità, ma non si ferma a questo: ha anche buona visione di gioco, caratteristica non da sottovalutare anche per l’eventuale utilizzo nel reparto arretrato. È dotato di buone capacità balistiche anche da fuori area e in generale riesce a garantire equilibrio alla manovra. Come confermato da Gianluca Di Marzio e dalla Gazzetta dello Sport, è uno dei profili seguiti dai rossoneri, più per la zona mediana.

Milan, ecco Noah Mbamba

Probabilmente Noah Mbamba è il profilo più adatto dei tre per la ricerca che abbiamo impostato. Sa fare egregiamente entrambi i ruoli, anche se la carta d’identità impone una certa calma: si tratta di un classe 2005 del Club Brugge, società con la quale ci sono state lunghe trattative per l’arrivo di De Ketelaere. Nei discorsi ci sarebbe stato anche il suo nome, ma per ora il club belga ha fatto muro. Il 17enne belga ha un contratto in scadenza nel giugno 2023 e per questo diventa ancora più appetibile. La sua valutazione su Transfermarkt è di 4 milioni di euro e il suo piede forte è il destro.

Abbina forza ad una buona rapidità, con una buona tecnica. È alto 187cm ed è abile nel gioco aereo (alla sua età vince già circa il 55% dei duelli). È capace di giocare con una linea difensiva alta, proprio quella utilizzata da Stefano Pioli, e ha una buona visione di gioco, oltre che un buon tempismo negli interventi. A differenza di Dendoncker e Onyedika, la posizione preferita è quella di difensore centrale. Un giocatore da Milan, ma le richieste del Bruges rischiano di essere alte vista la prospettiva.

Milan: Paolo Maldini, Frederic Massara e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Paolo Maldini, Frederic Massara e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)