HomePrimo PianoMilan, come reagisce la squadra alle debacle? Ecco i numeri

Milan, come reagisce la squadra alle debacle? Ecco i numeri

Da 2 anni a questa parte, uno dei leitmotiv più diffusi sul Milan è il fatto che si dica continuamente di come la squadra sappia reagire bene nei momenti di grande difficoltà. Nello specifico ci si è chiesti come i rossoneri abbiano risposto alle più pesanti nelle ultime 2 stagioni e si è cercato di trarre spunti interessanti.

La prima vera grande sconfitta nell’era post Covid è avvenuta nella stagione 2020-2021 a San Siro contro l’Atalanta di Gasperini per 0-3; in quella gara i rossoneri vennero dominati in lungo e in largo, producendo pochissime sortite offensive e venendo schiacciati dallo strapotere della Dea. La partita seguente, però, il Milan, nonostante anche i vari infortuni, è riuscito a rifarsi imponendosi per 1-2 a Bologna, giocando una buona partita e iniziando a scoprire una delle sue future colonne portanti della difesa, Fikayo Tomori.

Nel Febbraio dello stesso anno, i rossoneri hanno perso il derby di ritorno 0-3, dopo essersi imposti in quello d’andata per 1-2, Una partita complicata per i ragazzi di Pioli che hanno sofferto lo strapotere fisico dei cugini e di un super Lukaku. Nella partita successiva però la squadra si è nuovamente rialzata imponendosi per 1-2 all’Olimpico contro la Roma, giocando un grande match.

Altra debacle della stagione 2020/2021 è avvenuta a Roma con la Lazio, dove il Milan è uscito sconfitto per 3-0. Una gara difficile per la compagine di Pioli che però una settimana dopo ha rialzato ancora una volta la testa imponendosi contro il Benevento per 2-0 e iniziando ad incasellare una serie di risultati utili consecutivi che ha portato il Milan al ritorno in Champions dopo 7 anni; tra questi vi sono stati la grande vittoria a Torino per 0-3 con la Juve, lo 0-7 con il Torino e la vittoria a Bergamo per 0-2, partite che hanno confermato lo strapotere rossonero in trasferta in quel periodo.

Passando alla stagione seguente, quella del tricolore, i rossoneri sono andati incontro a 3 vere debacle, tutte a San Siro. La prima è avvenuta contro il Sassuolo, dove la squadra di Dionisi si è saputa imporre per 1-3 dopo essere passata in svantaggio. Come in un film già visto, però, il Milan ha rialzato ancora la testa vincendo 0-3 a Genova e poi 2-0 a San Siro contro la Salernitana, mantenendo per altro in entrambe le occasioni la porta inviolata.

Una seconda brutta sconfitta, ancora dolorosa, è quella a Milano con lo Spezia, una vera e propria maledizione. Al di là del gol non concesso a Messias dall’arbitro Serra, i rossoneri erano calati nella ripresa e lo Spezia aveva trovato il gol del pari, per poi all’ultimo minuto andare a vincere la partita. Nella gara seguente i rossoneri hanno affrontato la Juventus, non andando però oltre uno scialbo 0-0; forse la prima volta in cui non si è vista una vera reazione da parte del gruppo.

L’esempio forse più importante lo si può vedere nella pesante sconfitta in Coppa Italia con l’Inter per 3-0. Quel derby si pensava potesse inevitabilmente lasciare strascichi, in quanto era stata una batosta non indifferente che aveva poi eliminato i rossoneri della competizione. La squadra di Pioli però è sempre stata convinta dei suoi mezzi e ancora una volta lo ha dimostrato; in campionato si è imposta per 1-2 all’Olimpico contro la Lazio di Sarri, vincendo all’ultimo istante con il gol di Tonali, rete che ha proiettato il Milan verso poi la conquista del suo diciannovesimo Scudetto.

Chiuso il capitolo Scudetto, la nuova stagione è da poco ricominciata e il risultato pesante di 3-0 in Champions League con il Chelsea rappresenta un ulteriore banco di prova per Pioli e la squadra per vedere il tipo di reazione che contro la Juventus dovrà esserci. I numeri mostrano una squadra che si esalta nel momento difficile tirando fuori il meglio di sé; si spera che anche in questa occasione ciò possa avvenire.

Pioli e squadra pre Milan-Inter Derby (Agenzia Fotogramma)
Pioli e squadra pre Milan-Inter Derby (Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...

MP GRAPHIC – Milan, dicembre in giro per il mondo. Tutte le amichevoli in programma

In attesa che si chiuda il capitolo Mondiali i n Qatar prima di rientrare...

Ultim'ora

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...