Derby, accade tutto nel primo tempo: l’ex Calha apre su rigore, poi l’autogol di de Vrij fissa l’1-1

Author

Categories

Share

Ecco il derby! Milan e Inter si affrontano nella stracittadina numero 300 in assoluto, considerando gare ufficiali e non. Un match che, sebbene arrivi solo ad inizio novembre, può dire tanto in ottica classifica di Serie A, anche in virtù del pareggio del Napoli contro il Verona. Pioli sceglie Ballo-Toure e Tonali nei ballottaggi con Kalulu e Bennacer, ma la novità principale è l’utilizzo di Brahim Diaz sull’out destro, con Krunic al centro e Saelemaekers in panchina. Simone Inzaghi, che non ha indisponibili in rosa, sceglie l’undici titolare, con l’ex Calhanoglu in mediana e la coppia Lautaro-Dzeko.

Milan-Inter, primo tempo

La partita inizia subito su ritmi elevati, con le squadre che non fanno pretattica e si affrontano a viso aperto. Nei primi cinque minuti, entrambe hanno una potenziale occasione in superiorità numerica, ma prima Brahim Diaz e poi Calhanoglu non la sfruttano a dovere. All’ottavo minuto, l’episodio che sblocca la partita: Kessie prima recupera palla ma poi, in seguito ad un contrasto con Calhanoglu l’arbitro fischia rigore per un fallo dell’ivoriano. Dopo due minuti di check del VAR, dal dischetto si presenta lo stesso turco, che calcia centrale e poi esulta provocatoriamente sotto la Curva Sud. Leao guida la risposta rossonera, con due tiri nel giro di pochi minuti, entrambi preda di Handanovic. Il Milan, però è in palla e poco dopo pareggia: punizione di Tonali pennellata al centro, Tomori svetta, ma l’ultimo tocco è di De Vrij e Handanovic non può nulla. Al 26′ altro rigore per l’Inter: Ballo-Toure si fa infilare da Darmian e poi lo atterra in area. Stavolta sul dischetto si presenta Lautaro Martinez, che incrocia il tiro, ma trova la grande risposta di Tatarusanu. La partita è frenetica, con continui ribaltamenti di fronte da ambo le parti: alla mezz’ora ci prova Tonali di sinistro, ma la palla si alza sulla traversa. Al 37′ ancora Leao con due tiri consecutivi: prima Handanovic respinge con i pugni, poi il portoghese spara altissimo. A due minuti all’intervallo, nerazzurri ad un passo dal nuovo vantaggio per ben due volte: prima Ballo-Toure salva sulla linea un tiro a botta sicura di Barella, poi Martinez controlla all’altezza del dischetto e col destro manda fuori di un niente. E’ l’ultima occasione di un primo tempo avvincente, con entrambe le squadre che danno la sensazione di poterla vincere nella ripresa.

Milan-Inter, secondo tempo

La ripresa inizia con un volto nuovo: Pioli toglie Ballo-Toure – ammonito ed in sofferenza contro Darmian – e al suo posto inserisce Kalulu. La prima occasione della ripresa è per l’Inter, con Dzeko che arriva di testa su una punizione di Brozovic, ma senza inquadrare la porta. Al decimo, Tomori sbaglia l’anticipo su Martinez, che arriva al limite dell’area calcia: provvidenziale la deviazione di Kessie sul tiro dell’argentino. Sugli sviluppi del corner susseguente, Perisic trova sul secondo palo Kessie: tiro-cross al volo del turco, su cui nè Dzeko nè Martinez ci arrivano di un soffio. Il Milan pare calato nel primo quarto d’ora della ripresa, ed allora Pioli prova a rinvigorire la sua squadra con i cambi: dentro Saelemaekers e Rebic al posto di Diaz e Leao. Al 36′ ci prova Ibrahimovic: sinistro a giro di prima intenzione dello svedese, palla non lontana dall’incrocio dei pali. Subito dopo, Pioli si gioca la carta Bennacer al posto di Tonali. Inter pericolosissima: Dzeko vince un duello e serve l’accorrente Vidal, che calcia due volte a botta sicura, trovando Kalulu ad immolarsi in entrambe le occasioni. A dieci dalla fine, Ibrahimovic per poco non ripete la magia di Roma: altra bordata su punizione, ma Handanovic si distende e respinge. Il Milan pare averne di più: ancora Zlatan, stavolta a fare da sponda, per Bennacer che col destro calcia alto. Minuto 88: azione insistita del Milan, che alla fine libera al tiro Kalulu, il quale apre il piattone ma la palla si spegne sul fondo. Al novantesimo, Milan ad un passo dal gol: Saelemaekers punta la porta, arriva al limite dell’area e centra in pieno il palo, con Handanovic immobile; la palla arriva sui piedi di Kessie, che mastica il sinistro.

Milan: Fikayo Tomori (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Fikayo Tomori (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share