Ibrahimovic batte Insigne: lo svedese è implacabile, l’azzurro non incide

Author

Categories

Share

Sempre Zlatan Ibrahimovic. Come riporta il Corriere dello Sport, ancora una volta è lo svedese a trascinare i rossoneri alla vittoria nella delicatissimo big match dell’ottava giornata. Lo ha fatto ancora una volta a modo suo. Peccato solo per un infortunio al flessore della gamba sinistra che lo ha fatto uscire anticipatamente.

IL DOMINIO DELLO SVEDESE: Prova da leader indiscusso, sia tecnicamente sia a livello carismatico caricandosi tutte le responsabilità vista l’assenza di Mister Pioli. Come ha detto anche a Daniele Bonera, che faceva le veci del tecnico rossonero: “Manca Pioli in panchina? Nessun problema ci penso io“. Grandissima prestazione dell’attaccante svedese condita da due gol fantastici. Il primo di testa, in anticipo su Koulibaly, su un cross perfetto di Theo Hernandez. Il secondo di ginocchio dopo una grandissima ripartenza di Rebic. Ibra resta cosi in testa alla classifica marcatori con 10 gol, staccando di 2 marcature Ronaldo e di 3 Lukaku. È la miglior partenza per il fenomeno rossonero che mai così tanto aveva segnato in un inizio di stagione.

IL SACRIFICIO DEL CAPITANO: Se da una parte abbiamo un Ibrahimovic bomber scatenato dall’altra troviamo un Insigne che ha disputato una buona partita, fatta di molta lotta. L’esterno napoletano infatti si è sacrificato come non mai, abbassando il proprio raggio d’azione soprattutto dopo l’espulsione di Bakayoko. Poco incisivo sotto porta, al contrario delle ultime prestazioni di Lorenzo contro il Milan. Nei precedenti incontri con il Diavolo infatti 6 erano stati i gol del ragazzo di Napoli.

Napoli: Lorenzo Insigne - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Napoli: Lorenzo Insigne – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share