Gazidis: “Sarebbe da pazzi pensare ad un cambio di direzione radicale con la nuova proprietà”

Scaroni Gazidis Scudetto
Scaroni Gazidis Scudetto

Ivan Gazidis, insieme a Fikayo Tomori e Stefano Pioli, ha raccontato ai microfoni di The Athletic la vittoria dello scudetto del Milan. Ecco tutte le sue dichiarazioni.

Non ho dormito sull’aereo e la scorsa notte è ovviamente finita tardi, quindi non sono al top della forma, mi dovete aiutare (il giorno prima di Sassuolo-Milan era negli Stati Uniti per la laurea del figlio, ndr)”.

Sulla nuova proprietà: “Le persone che sono interessate al club sono interessate a questo (continuità, ndr) visto ciò che è stato fatto. Questo non è un club nel quale qualcuno entra e dice: ‘Ascoltate, abbiamo bisogno di un cambio di direzione radicale’. Francamente, sarebbe da pazzi. È una crescita continua. È difficile impostare obiettivi di miglioramento dopo una stagione dove si è vinto uno scudetto, ma è quello di cui abbiamo bisogno“.

Sul percorso del Milan: “Questi grandi club non sono piccoli motoscafi o moto d’acqua che puoi permetterti di cambiare in un attimo. C’è un’analogia con la regata e la barca davanti a te. Se la segui in tutto e per tutto, non la raggiungerai mai. Le idee differente sono necessarie per competere in questo ambiente. La difficoltà ai massimi livelli, soprattutto in uno sport ad alta pressione come il calcio, non è la stesura di un piano, ma l’esecuzione. Gli ostacoli non sono intellettuali, ma emozionali nel corso del percorso. La pressione è così intensa da pensare al breve periodo, da immaginare scorciatoie e soluzioni istantanee. Per questo è così difficile eseguire un piano che riconosci sia intelligentemente quello giusto. Ti serve tanta forza e unità all’interno del club per farlo. La tensione e la pressione significano unità difficili da mantenere, ma ce l’abbiamo fatta e credo davvero che la forza interna, il fine comune e il capire come avremmo fatto le cose, siano stati i fattori che ci hanno permesso di portare a compimento il nostro piano“.

E sottolinea un luogo comune: “Ci era stato detto che questa era una squadra giovane e la ragione dei successi era da ricondurre agli stati vuoti. Ci sono almeno 20 storie qui, ognuna implica un percorso dallo scetticismo alla redenzione“.

Scaroni Gazidis Scudetto
Scaroni Gazidis Scudetto