Le pagelle di Milan-Dinamo Zagabria: Theo bene in entrambe le fasi, Leao croce e delizia. Impatto super di Pobega

Categories

Le pagelle di Milan-Dinamo Zagabria, match terminato sul 3-1.

MAIGNAN 6 – Una partita tranquilla per il portiere francese che si fa trovare pronto nel primo tempo su una delle poche occasioni degli ospiti con Moharrami, respingendo in corner il tiro. Nulla può sul gol di Orsic.

CALABRIA 6 – Partita ordinata del capitano rossonero che soffre solo un’avanzata di Orsic nella prima frazione, ma il tiro dal limite del 99 finisce a lato.

KALULU 6 – Solo una sbavatura che però costa cara sul gol di Orsic del momentaneo 2-1. Per il resto della gara tiene a bada un avversario dalla stazza importante come Petkovic.

TOMORI 6 – Discorso simile al compagno di reparto. Troppo approssimativo sull’azione del gol avversario che per una ventina di minuti riapre il match, ma nel resto dei 93′ è sostanzialmente impeccabile

THEO HERNANDEZ 7 – Il solito treno che viaggia sull’out mancino senza sosta: il premio è l’assist per il gol di Pobega al 77′. Non c’è solo la fase offensiva da sottolineare: dietro non lo salta nessuno.

TONALI 6 – Nel primo tempo si fa vedere soprattutto in fase offensiva in una posizione più avanzata. Non eccelle, ma resta la solita prestazione solida del numero 8. (Dal 68′ POBEGA 7 – Impatto incredibile sulla partita: quantità ma anche qualità. E poi fa vedere la sua qualità principale: gli inserimenti col tempismo perfetto. Personalità.)

BENNACER 6 – Bene in fase di contenimento, mentre da rivedere la fase di impostazione: troppe imprecisioni nei lanci. (Dal 78′ KRUNIC s.v.)

SAELEMAEKERS 6,5 – Anche per lui, come per Leao, primi 45′ insufficienti. Dopo l’intervallo si fa trovare pronto con un tempo di inserimento perfetto sul cross del portoghese e da quel momento si accende. Due gol in due giornate in Champions: non male. (Dal 78′ DEST s.v)

BRAHIM DIAZ 6 – È più brillante del solito, ma manca sempre nell’ultimo passaggio e nella conclusione. Si sbatte per la squadra e rincorre ovunque gli avversari. (Dal 78′ MESSIAS s.v.)

LEAO 6,5 – Croce e delizia. Primo tempo totalmente da dimenticare fino al 43′, quando subisce il fallo che porta al calcio di rigore realizzato da Giroud. Anche nel secondo tempo poco lucido in alcune giocate, ma la sua sgasata e l’assist per Saelemaekers vale il 6,5.

GIROUD 6,5 – È forse il miglior nel reparto offensivo nella prima frazione: cerca di sfruttare le occasioni che gli creano i compagni e quelle che si crea da solo. Porta in vantaggio i rossoneri su rigore: infallibile. (Dal 68′ DE KETELAERE 6 – Inizialmente Pioli lo richiama molto per la posizione da occupare, quella di centravanti. Alla fine ha un’occasione sui piedi, ma l’assist al centro per i compagni viene deviato dalla difesa avversaria.)

PIOLI 6,5 – Nei primi 20′ mette sotto la Dinamo Zagabria con una buona pressione offensiva, ma i suoi giocatori offensivi sono imprecisi. Butta nella mischia Pobega: mossa vincente.

Milan: Alexis Saelemaekers (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Alexis Saelemaekers (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Autore

condividi