Milan, a centrocampo hai il tuo vero punto di forza… tra presente e futuro

Author

Categories

Share

Uno dei punti forti del Milan 2021/2022 potrebbe essere, a gran sorpresa il centrocampo. La linea mediana, nella passata stagione, è stata la zona di campo più in difficoltà visto le assenze di Ismael Bennacer per infortunio e per le prestazioni non all’altezza di Sandro Tonali. Il regista algerino infatti fu costretto a saltare ben 16 partite di Serie A per colpa di alcuni problemi muscolari e dell’infortunio al bicipite femorale.

L’ex Empoli invece ha vissuto una preparazione problematica a causa del Covid-19 che lo ha colpito, problema che addizionato alla poca esperienza e a un palcoscenico importante come San Siro, non gli hanno permesso di rendere al meglio. Centrocampo del Milan che praticamente è stato retto a mestiere dal solo Franck Kessie, autore di una stagione pazzesca sia come mastino di centrocampo che come finalizzatore offensivo visto i 13 gol in 37 partite.

IL NUOVO CHE AVANZA IN CASA MILAN

Con l’inizio della nuova stagione, per un motivo o per un altro, le cose sono cambiate radicalmente. Stefano Pioli nelle prime due partite di campionato contro Sampdoria e Cagliari ha affidato la zona nevralgica del campo a Sandro Tonali e Rade Krunic. Le assenze di Kessie, impegnato alle Olimpiadi con la sua Costa d’Avorio e il Covid che ha “disturbato” la parte finale di preparazione di Bennacer hanno regalato al mister rossonero una coppia abbastanza inedita.

Da necessità a virtù visto il centrocampista bosniaco ha disputato una ottima gara contro i doriani, risultando tra i migliori in campo e fatto una grandissima prova di sostanza e intelligenza contro i sardi. Su Tonali ci sarebbe molto, moltissimo da dire. L’ex Brescia in questo prime apparizioni sembra rinato e tornato il giocatore che aveva fatto innamorare Maldini e Massara la scorsa stagione.

Il gol messo a segno su punizione, che ha lasciato molto ricordare quello messo a segno da Pirlo contro il Parma nella sua prima rete con la maglia del Milan, è stato solo la ciliegina sulla torta. Una crescita che tutto l’ambiente rossonero spera si possa completare in questa stagione viste le tante partite che vedranno il Diavolo impegnato sia in campionato, sia nelle difficili sfide di Champions League.

PROBLEMATICA KESSIE, SOLUZIONE BAKA CON UN OCCHIO AL FUTURO….

Per due piacevoli scoperte e per un Bennacer che appena rientrerà a pieno regime tornerà a guidare il suo Milan, la grana da gestire rimane quella legata al rinnovo di Franck Kessie. Il “Presidente” dopo aver professato amore questa estate ai colori rossoneri, infatti non ha ancora firmato il rinnovo che tutti i tifosi si sarebbero aspettati. L’incubo di rivivere situazioni già vissute spaventa non poco la dirigenza milanista che però sembra essere corsa tempestivamente ai ripari con l’acquisto di Tiemoué Bakayoko.

Il centrocampista francese infatti impersonifica alla perfezione l’alter ego di Franck Kessie. Il prestito biennale con diritto di riscatto lascia presagire un possibile passaggio di testimone con l’attuale leader del centrocampo rossonero qualora il rinnovo con l’ivoriano non andasse come tutti si auspicano. Lanciando un’occhiata al futuro il Milan con l’acquisto di Yacine Adli dal Bordeaux, ha voluto far passare un messaggio forte, ovvero quello di non farsi trovare impreparata.

La dirigenza rossonera sa che con un centrocampo formato da Tonali, Bennacer, Bakayoko e Adli non ci saranno problemi in mezzo al campo e che quindi continuerà la politica dei rinnovi alle proprie condizioni, senza farsi prendere per il collo da nessuno. Una linea mediana ben assortita che in rapporto all’età e al potenziale ancora inespresso potrebbe diventare uno dei migliori di tutta Europa.

Milan: Yacine Adli
Milan: Yacine Adli (Photo Credit: acmilan.com) – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share