sabato, Gennaio 22, 2022

Due sfide, un unico obiettivo per il Milan: restare in scia delle prime della classe

Author

Categories

Share

- Advertisement -

In questi giorni ci siamo soffermati sulla statistica che quest’anno al momento premia il Milan come squadra che ha portato a casa più punti negli scontri diretti fin qui disputati. 11 punti conquistati su 15 nei big match dicono che finora proporzionalmente son stati persi più punti con le cosiddette piccole.

Tre punti col Napoli in casa non arrivano dalla stagione 2014/2015, di fatto parliamo di una vittoria nelle ultime 10. I partenopei arrivano a San Siro scocciati come il Diavolo e pertanto purtroppo sarà una super sfida meno scintillante di quello che potrebbe essere perché le assenze peseranno non poco per entrambe.

Da questa gara uscirà possibilmente la contendente che potrebbe aver qualche chance contro le due nereazzurre che in questo momento stanno facendo molto bene e sono in striscia positiva di risultati e di prestazioni.

Ma prima di Natale ci sarà anche l’Empoli, vera rivelazione di questa stagione sinora. Chiudere l’anno e il girone d’andata restando attaccati al treno delle primissime consentirebbe di poter recuperare un po’ di energie e infortunati, con la mente più libera.

Lo spettro è quello della passata stagione. Avvio a marce alte, poi tanti problemi fisici per molti interpreti, i primi balbettìi di risultati, il morale che si abbassa e la necessità di rimettere la testa a posto per correre e centrare la qualificazione alla
Champions League. Un miglioramento nel processo di crescita passa già dalla sfida di domenica al Meazza. Serve il cuore oltre l’ostacolo.

Milan: Alessandro Florenzi, Ismael Bennacer e Sandro Tonali (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Alessandro Florenzi, Ismael Bennacer e Sandro Tonali (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share