Maldini a Mediaset: “Leao? Sa che per migliorare ancora deve restare. La trattativa De Ketelaere più corta di quanto scritto”

Categories

Paolo Maldini ha parlato ai microfoni di Mediaset nel pre partita di Milan-Dinamo Zagabria, vinta dai rossoneri 3-1. Queste le parole di Maldini:

Sulla trattativa De Ketelaere: “Tutto è stato meno lungo di quello che voi sapete perché la stampa ha iniziato a parlare di De Ketelaere prima che noi avessimo pensato a lui; è un giocatore che seguiamo da anni ma la vera trattativa sarà durata un mese. Certo, è tanto ma quando hai restrizioni di budget non puoi andare oltre a quelle che sono le possibilità. La lunghezza della trattativa è stata questa perché volevamo bilanciare quello che volevamo spendere con quello che ci doveva rimanere”.

Sul rinnovo di Leao: “Il rinnovo è una questione che abbiamo affrontato diversi mesi fa. Lui sa che la soluzione migliore per diventare un giocatore ancora più forte è restare con noi perché siamo una squadra giovane e in crescita, lui deve migliorare ancora molte cose, poi arriverà ad un livello superiore a quello del Milan, credo sia normale per lui spiccare il volo, ma noi abbiamo l’intenzione e la volontà di crescere con lui e fare grandi cose. Offerta Cheslea? Scritta non è arrivata ma informale si, naturalmente è stata rifiutata”.

Se è incedibile: “Assolutamente si, per me sarebbero tutti incedibili ma è inutile fare i romantici: quando arrivano certe offerte e certe cifre non ci sono giocatori incedibili”.

Sulla nuova proprietà: “C’è un’idea di continuità, sono entrambe proprietà americane con visioni da certi punti di vista molto simili. Gerry Cardinale arriva col gruppo RedBird in una situazione migliore di quella all’arrivo di Elliott, lui è uno che vuole sognare e ha trovato le persone giuste perché anche noi siamo qua a sognare di arrivare in alto”.

Su Ibrahimovic: “Zlatan è un nostro giocatore a tutti gli effetti. Sappiamo che rientrerà a Dicembre o Gennaio, sarà una pedina importante. Oggi abbiamo fuori lui, Origi e Rebic ma abbiamo comunque una squadra competitiva. Zlatan muore dalla voglia di tornare sul campo”.

Milan: Paolo Maldini (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Paolo Maldini (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Autore

condividi