sabato, Maggio 21, 2022

Leao a DAZN: “Rinnovo? Sto bene qui. Devo dire grazie a Pioli”

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Dopo l’uscita del breve stralcio di intervista a DAZN, è uscita oggi la chiacchierata integrale di Rafael Leao sulla piattaforma londinese. Tanti i temi toccati dell’attaccante portoghese, sempre più al centro del progetto Milan: “Non sono ancora un attaccante ‘matador’, ma voglio diventarlo. Con i dribbling posso fare la differenza, ma devo fare più gol. Posso farlo anche partendo da sinistra. Il paragone con Herny? Lui è un grandissimo giocatore, io invece sono ancora un giovane che vuole arrivare a quei livelli. Io voglio fare la mia strada e il mio percorso e fare la storia qui al Milan. A chi mi ispiro? Mi ispiro a Mbappè.”

Leao poi, parla del rapporto con Ibrahimovic e Pioli: “Quando sei in campo con Ibra devi dare sempre il massimo, a me mancava continuità in campo ma ora sono un giocatore diverso. Zlatan va sempre ascoltato, mi dice che quando entro in campo devo prendere la palla e andare e quando senti questa fiducia dei tuoi compagni è importante. Il mister, nonostante le difficoltà, mi ha fatto giocare e mi ha schierato titolare. Adesso è grazie a lui se sono diventato il giocatore attuale, Pioli mi ha trasmesso la giusta mentalità perché è uno che mi ha spinto a credere sempre in me stesso. Queste erano le sue parole: ‘Tu hai talento, ma ti manca un po’ di mentalità vincente. Se vuoi arrivare al livello di Mbappé e Ronaldo, devi fare la differenza in tutte le partite, altrimenti sei un giocatore banale’.”

L’attaccante portoghese, a Dazn, ha parlato a 360 gradi: dalla famiglia all’esultanza da surfista. “Gli inizi al Milan? Sono arrivato in un campionato diverso e avevo solo 19 anni.  Quando arrivi in un grande club come il Milan non è facile. Tutti però mi hanno dato una mano, questo è stato importante. Io voglio fare bene anche per la mia famiglia, se sono qui è anche grazie a loro. Sento tutti i giorni mia mamma, mio papà ha sempre voluto che finissi la scuola prima di fare il calciatore ma con il mio primo stipendio ho preso casa ai miei genitori. L’esultanza da surfista? Loro qualche volta sbagliano onda, ma dopo tornano sulla tavola e fanno bene. Questo è il modo giusto di pensare, puoi provare e sbagliare ma devi continuare a imparare per trovare delle soluzioni di fronte agli errori commessi”.

Infine, una risposta secca in ottica rinnovo: “Sto bene qui al Milan, questa è casa mia. Sono qui da tre anni, voglio fare la storia qui e far si che il mio nome entri nel museo dei rossoneri. Ho già iniziato a parlare di rinnovo con i miei avvocati.”

Milan: Theo Hernandez e Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Theo Hernandez e Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share