domenica, Gennaio 23, 2022

Workshop sull’integrità del gioco e contrasto al match-fixing, Giunti: “Fondamentale partecipare a questi incontri”

Author

Categories

Share

- Advertisement -

Riparte l’appuntamento con la formazione sui temi dell’integrità sportiva, del betting e del match-fixing, dedicato ai calciatori dei settori giovanili dei Club della Lega Serie A e di quelli impegnati nel Campionato Primavera 1 TIMVISION 2021/2022.

L’iniziativa, promossa dalla Lega Serie A, in collaborazione con Sportradar AG e Istituto per il Credito Sportivo, ha l’obiettivo di informare ed educare i giovani atleti su tematiche di fondamentale importanza per il regolare svolgimento delle competizioni sportive.

La novità di quest’anno è un modulo formativo interamente dedicato alle corrette modalità di utilizzo dei social media da parte dei calciatori.

Nel corso delle sessioni di lavoro, svolte in streaming a partire da giovedì 11 novembre con le formazioni Primavera, Under 17 e 18 dell’AS Roma, e venerdì 12 novembre con i calciatori Primavera dell’AC Milan, l’avvocato Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, spiegherà ad atleti, staff tecnici e dirigenti il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, illustrandone la casistica nazionale e internazionale, i rischi e le conseguenze dal punto di vista sportivo, professionale e legale, comprese le modalità di adescamento da parte dei fixers, approfondendo con particolare attenzione le problematiche legate alle violazioni in materia di betting e all’utilizzo dei social media.

“Prende il via per il sesto anno consecutivo un’iniziativa alla quale teniamo molto, la lotta al match-fixing e alla pirateria rappresentano infatti battaglie cruciali per la Lega Serie A – ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Lega Serie A -. È importante che i nostri giovani calciatori, e tutte le parti coinvolte nello spettacolo calcistico, siano a conoscenza dei rischi connessi alle scommesse sportive, per questo la formazione e l’educazione sono fondamentali. Purtroppo i social media sono ormai diventati terreno fertile per i cosiddetti fixers, l’obiettivo è quello di rendere i nostri atleti pienamente consapevoli, fornendo loro gli strumenti per tutelarsi e condannare eventuali atti criminali”.

Come detto, oggi è toccato alla Primavera del Milan, con il tecnico Federico Giunti che ha così commentato: “E’ fondamentale partecipare a questi incontri perché il match-fixing è un fenomeno che purtroppo esiste e bisogna essere pronti a contrastarlo. E’ giusto parlarne ai giovani delle formazioni primavera perché questi ragazzi devono avere tutti gli strumenti necessari per essere dei professionisti fuori e dentro il campo”.

Milan Primavera: Federico Giunti
Milan Primavera: Federico Giunti – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share