MP FantaMilan: Calhanoglu e Theo Hernandez da 10, Ibrahimovic delude

Author

Categories

Share

Il Milan, dopo due sconfitte consecutive, è tornato alla vittoria. Tre punti fondamentali per la squadra di Pioli, arrivati contro un Benevento molto ben organizzato e motivato per la corsa salvezza. La vittoria di sabato può considerarsi ancora più importante se consideriamo i pareggi di Atalanta e Napoli arrivati contro Sassuolo e Cagliari. Tornando alla gara di San Siro, è stato un match che ha portato qualche ottimo bonus in ottica fantacalcio, ma non sono certo mancate anche le sorprese negative. Da una partita casalinga, contro una squadra coinvolta nella lotta per non retrocedere, probabilmente ci si sarebbe aspettati qualcosa in più, soprattutto dal reparto offensivo, ma andiamo per gradi.

Partiamo da dietro. La prima notizia lieta è arrivata tra i pali: Donnarumma è tornato al clean sheet. Un dato tutt’altro che scontato, soprattutto considerando la tradizione delle ultime partite. L’ultimo match senza subire goal, prima di sabato, era datato 7 marzo. Quel giorno il Milan vinse 0-2 a Verona e Gigio riuscì a blindare la porta, da lì in poi un (mezzo) disastro. Nelle successive sette gare sono arrivati ben undici goal, un dato molto negativo che ha pesato molto anche sul fantacalcio. Quello contro il Benevento è stato il decimo clean sheet stagionale per Donnarumma, una statistica positiva, frutto soprattutto dello spettacolare avvio di stagione rossonero. Il voto finale del 99 rossonero è stato un ottimo 6.5, con la possibilità di diventare addirittura 7.5 per chi premia l’imbattibilità nella propria lega fantacalcistica. Su questa valutazione ha sicuramente pesato molto l’intervento su Ionita, una parata importante arrivata in un momento clou del match. La media fantavoto del portiere rossonero è ora di 5.20, mentre la semplice media voto che esclude bonus e malus è di 6.27, numeri che confermano come Donnarumma sia uno dei migliori portieri della Serie A anche a livello fantacalcistico.

La retroguardia si è comportata benissimo, portando solo voti positivi. Spicca, per ovvie ragioni, il 10 di Theo Hernandez, frutto del 7 a cui si somma il goal. Nella classifica dei giocatori che hanno disputato almeno venti match, il francese è quarto per media fantavoto (6.69) dietro ai soli Gosens, Hakimi e Darmian. Molto bene anche la coppia centrale Romagnoli-Tomori che porta ai propri fantallenatori un ottimo 11 (6.5 per entrambi). Piccola curiosità: l’ultima volta che il Milan era riuscito a chiudere una partita senza subire goal, la coppia difensiva era composta proprio dal capitano e dall’ex Chelsea. Semplice casualità? Arriva un voto leggermente inferiore per Dalot (6) e per il subentrato Calabria (6).

In mediana un mix di gioie e dolori. Il migliore per distacco è Hakan Calhanoglu che prende lo stesso voto del suo numero di maglia, 10. Quarto goal in campionato per il turco, a cui si sommano gli otto assist, numeri che lo confermano come uno dei migliori centrocampisti del campionato. Molto positivo anche Saelemaekers, che porta un ottimo 6.5 a cui si somma l’assist per il goal dello stesso Calhanoglu, per un totale di 7.5. Come sempre non delude il presidente Franck Kessiè che, pur senza portare bonus, riesce a centrare un 7 in pagella. Garanzia. Da qui in poi poche gioie: il subentrato Tonali raggiunge un 6 che può tornare utile per fantallenatori in difficoltà numerica d’organico, mentre arrivano voti fortemente negativi per Bennacer e Castillejo. L’algerino costringe Pioli alla sostituzione a fine primo tempo dopo aver rimediato un giallo e dopo esser stato graziato dal direttore di gara su un altro intervento al limite, portando un meritato 5. Lo spagnolo invece subentra male e rimedia anche un giallo, per un voto finale di 5.

Davanti solo dolori. In un match simile ci si sarebbe aspettati almeno un bonus da parte del reparto offensivo, bonus che non è arrivato. Ibrahimovic e Rebic non brillano ed ottengono un doloroso 5.5. Il croato non riesce ad incidere, mentre lo svedese è poco lucido e preciso contro Montipò. Non va meglio a Rafael Leao. Ennesima partita senza goal per il portoghese che in più rimedia un pessimo 5, voto che, in massima onestà, non rispecchia la sua prestazione che non è stata poi così disastrosa.

Milan: Theo Hernandez – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share