giovedì, Maggio 26, 2022

Donnarumma e Lukaku: in passato protagonisti dei derby, oggi hanno nostalgia di San Siro

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Analizzando i temi del derby di Coppa Italia in programma questa sera, l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ha parlato anche di due calciatori che in estate hanno lasciato Inter e Milan, ma che ora avranno certamente nostalgia delle loro ex squadre. Si tratta di Romelu Lukaku per i nerazzurri e Gigio Donnarumma per i rossoneri. Soffermandosi sul portiere campano, la Rosea afferma che in poco più di un mese è cambiato tutto: fino al 9 marzo, l’ex rossonero interpretava il ruolo del miglior portiere al mondo, eroe dell’Europeo vinto da miglior giocatore del torneo, consacrato dal trasferimento estivo nella squadra delle star Messi, Neymar e Mbappé. Dalla serataccia al Bernabeu in poi è andato tutto storto. A cominciare da quell’errore che ha innescato la rimonta del Real Madrid e il tracollo del Psg agli ottavi di Champions, per continuare con l’incertezza sulla stoccata di Trajkovski nello spareggio con la Macedonia del Nord, sentenziando un’altra esclusione dell’Italia dal
Mondiale. Fardelli che hanno destabilizzato Gigio, colpevole domenica sul momentaneo pareggio del Marsiglia nel derby di Francia poi vinto dal Psg 2-1.

Donnarumma si è preso un tre in pagella dell’Equipe che ormai ne interpreta il malessere
evocando persino un ritorno estivo. Quasi fosse travolto da una nostalgia se non del Milan, per lo meno dell’Italia, dove però i tifosi rossoneri non lo vogliono più vedere, e gli preferiscono Maignan. «L’Italia – scrive l’Equipe – ne sogna il ritorno a Milano, forte della potenza finanziaria del suo probabile futuro proprietario con sede in Bahrain». La suggestione di un revival che esalterebbe ancor di più le sfide con i nerazzurri cozza però con l’ostilità della tifoseria rossonera, che non gli ha mai perdonato l’addio. Al Psg intanto comincia a farsi strada l’ipotesi di un congelamento della situazione. Anche in panca. Al di là delle voci su Zidane e Conte, Pochettino potrebbe essere portato a scadenza 2023. C’è quindi il rischio che la convivenza tra i pali continui. A meno che Navas non se ne vada. O che Donnarumma non chieda di essere rispedito a casa.

Milan: Gigio Donnarumma - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Milan: Gianluigi Donnarumma – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share