HomeEditorialeCristiano Ronaldo: il colpo più da Milan dei colpi non da Milan

Cristiano Ronaldo: il colpo più da Milan dei colpi non da Milan

Giocare un Mondiale da svincolato, si può? Chiedere a Cristiano Ronaldo, che alle cose più strane di un campionato del mondo giocato in inverno, senza l’Italia, e con tutte le polemiche dei mesi scorsi ha aggiunto anche questa particolarità. Un po’ di pepe in più ad una manifestazione che non è partita nel migliore dei modi e che continua a stupire.

La sua avventura numero due a Manchester si conclude di fatto così, con una rescissione consensuale dopo le dichiarazioni (qui un estratto) di qualche settimana fa che avevano lasciato tutti a bocca aperta. Un fulmine a ciel sereno direbbe qualcuno ma il cielo sopra Manchester, da quando Cristiano ha fatto il proprio ritorno, sereno non lo è mai stato.

CALCIOMERCATO O FANTAMERCATO?

Uno dei calciatori più forti al mondo – per tanti il più forte – è adesso svincolato. A costo zero (almeno il cartellino). Una follia se si pensa al mercato di una volta. Quasi una banalità se guardiamo la realtà dei fatti di oggi. Le aste adesso non si fanno per pagare il cartellino al club di appartenenza ma si gioca al rialzo sugli stipendi faraonici dei giocatori. Da qui al prossimo futuro, siamo sicuri, i parametri zero ed i non rinnovi di contratto saranno sempre di più. Per un motivo o per un altro. Il Milan insegna.

A proposito di Milan, la situazione Cristiano Ronaldo merita qualche riga di approfondimento. No, non perché sia un’ipotesi fattibile o perché c’è qualcosa dietro ma solo perché sarebbe il colpo più da Milan dei colpi non da Milan. Spieghiamo meglio. Immaginarlo con la maglia del Milan dopo uno scudetto vinto, una nuova proprietà ed un bilancio messo in gran parte apposto non può e non deve essere un’utopia. Il progetto rossonero è quello di crescere sempre di più, anche globalmente, e CR7 sarebbe il testimonial perfetto per far alzare di più l’asticella del Milan dal punto di vista di marketing ed extra campo. In tutto il mondo.

Da un po’ di tempo abbiamo imparato a conoscere la politica rossonera e di Paolo Maldini che vanno di pari passo con la sostenibilità, una carta d’identità giovane, nessuna asta ma soprattutto nessun ingaggio faraonico. Tutto ciò si scontra fortemente con le caratteristiche di CR7 ma come sappiamo nessun ostacolo, mai, è insormontabile. Ronaldo sulla carta appare dunque un gran no per le casse rossonere ma anche per altro. Solo sulla carta però. Dal punto di vista tecnico è inutile ribadirlo. Ronaldo farebbe ancora la differenza in qualsiasi squadra del mondo. Anche a 38 anni. Un campione rimane sempre un campione. Zlatan Ibrahimovic insegna.

E proprio l’operazione Ibra – vecchio e con un infortunio serio alle spalle, come lo definiva qualcuno – ha portato il Milan dove è adesso. Senza Zlatan probabilmente Pioli non sarebbe stato riconfermato. Senza Zlatan probabilmente non ci sarebbe stata quella scintilla che ha fatto accendere il fuoco della rinascita del Milan. Sono passati quasi tre anni, ma sembra ieri. E tre anni dopo – con le dovute proporzioni – potremmo fare lo stesso discorso per CR7. Le condizioni non sono le stesse, anzi sono quasi completamente diverse. Lo stipendio è fuori portata per tutti i club di Serie A. Ma sognare, con qualche sforzo, non costa nulla. E Ronaldo sarebbe davvero il colpo più da Milan dei colpi non da Milan.

Cristiano Ronaldo - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Cristiano Ronaldo – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Milan, Maldini e Massara pronti a partire per il Qatar: occhi sul Mondiale

Novembre e dicembre 2022 sono due mesi particolari anche per Paolo Maldini e Frederic...

I nazionali di giovedì 1 dicembre: in bilico il Mondiale di De Ketelaere

Mondiale, giorno 12. Tra oggi e domani terminerà la fase a gironi e ci...

Gazzetta, Milan: per Ziyech finora nulla di concreto, è solo un’idea. L’intreccio con Leao e l’ostacolo

Idea e nulla più, per ora. Il Milan sta studiando in questi giorni come...

Maignan si allena e sui social scrive: “Pazienza”. E Leao commenta il suo post…

Ultima partita giocata con la maglia rossonera: Milan-Napoli 1-2, 18 settembre 2022. Da quel...

Ultim'ora

Milan, Maldini e Massara pronti a partire per il Qatar: occhi sul Mondiale

Novembre e dicembre 2022 sono due mesi particolari anche per Paolo Maldini e Frederic...

I nazionali di giovedì 1 dicembre: in bilico il Mondiale di De Ketelaere

Mondiale, giorno 12. Tra oggi e domani terminerà la fase a gironi e ci...

Gazzetta, Milan: per Ziyech finora nulla di concreto, è solo un’idea. L’intreccio con Leao e l’ostacolo

Idea e nulla più, per ora. Il Milan sta studiando in questi giorni come...