HomeNewsPioli in conferenza: "Domani partita dal peso specifico importante, anche loro lotteranno...

Pioli in conferenza: “Domani partita dal peso specifico importante, anche loro lotteranno per lo Scudetto. Gli infortuni…”

Si è appena conclusa la conferenza stampa di Stefano Pioli alla vigilia di Milan-Juventus. Queste le dichiarazioni del mister: “All’interno di un campionato ci sono due-tre partite che pesano di più al di là dei tre punti in palio e la partita di domani ha certamente un peso specifico importante per il valore degli avversari. Loro lotteranno per lo Scudetto e vogliamo farlo anche noi. Bisognava giocare meglio mercoledì, le motivazioni ci sono tutte e ci sarebbero state tutte con qualsiasi avversario. Siamo tutti responsabili per l’altra sera, io per primo, c’è in noi la voglia di far vedere che siamo una squadra diversa da mercoledì. Il percorso di De Ketelaere è quello giusto è corretto, ha talento, intelligenza e disponibilità ha davanti a sé un grande futuro e sono soddisfatto di quello che sta facendo. Ricordo il Leao di tre anni fa o il Tonali del primo anno, che in molti erano sempre pronti a criticare. Sono assolutamente convinto che Charles sia un giocatore di talento e deve avere il tempo di essere determinante, ma la strada è quella giusta. Per me non è assolutamente un mistero, non sono d’accordo con chi lo scrive“.

Pioli prosegue: “Theo Hernandez ieri ha fatto tutto l’allenamento con la squadra e stava bene, se oggi confermerà la sua situazione domani dovrebbe essere a disposizione. Per gli altri aspettiamo ancora. Le parole di Allegri sul togliere cinque titolari al Milan? Magari fossero stati solo cinque. Sono momenti che possono capitare durante la stagione, vedo un gruppo molto volenteroso nel continuare su questo cammino al di là delle difficoltà. Troppi gol subiti? Sicuramente si può fare meglio, soprattutto mercoledì il Chelsea ha sfruttato dei nostri errori, quindi sulle situazioni semplici una squadra del nostro livello deve prestare più attenzione e commettere meno ingenuità. Non ho parlato con Cardinale, ma non credo che sia stato molto soddisfatto della nostra prestazione. Ieri i giocatori erano un po’ stanchi perchè siamo rientrati alle tre di notte, ma sono vogliosi. Ci saranno delle difficoltà contro una grande squadra come la Juventus, ma non mancheremo di volontà e determinazione“.

Ancora Pioli: “Siamo più offensivi dell’anno scorso, ma non credo che dipenda da quello. Una squadra che può difendere bene deve sicuramente interpretarle meglio. Un calendario così fitto non c’è mai stato in così poco tempo, gli infortuni muscolari sono cresciuti del 20% in tutti i top campionati europei. Certo che non sono giustificazioni, dobbiamo lavorare meglio ma qui ci sono grandissimi professionisti. Soluzioni per la fascia destra? Krunic non fa l’ala destra, ma la mezz’ala di inserimento, lo stesso ruolo di McKennie nella Juventus. Sarà nostro compito trovare una manovra adatta. Di solito la Juventus approccia bene le gare con un baricentro più alto, poi si abbassa nel corso della partita. L’importante è che noi siamo compatti ed attenti e non sbagliare le cose semplici“.

Pioli conclude: “Allegri è un allenatore molto capace ed allena una squadra molto forte, ma ogni partita ha insidie diverse. Contro le sue squadre sono state partite quasi sempre bloccate con non tante occasione da rete, ma le partite possono cambiare e noi vogliamo approcciare bene la partita. Giroud? La formazione la sceglierò domani mattina, l’allenamento di oggi sarà fondamentale. Olivier sta bene mentalmente e fisicamente, vedremo ma dovrò considerare che ci sono partite nei prossimi giorni. Abbiamo fatto partite importanti contro le big, lo dicono i dati. Quest’anno la Champions per noi è diversa dallo scorso anno: se giochiamo al nostro livello possiamo essere competitivi contro tutti. Se non giochi al tuo livello contro le grandi, rischi di non vincere: il Chelsea non ci ha messo sotto, sono state più le nostre mancanze ad incidere. Cambi tattici? In tutte le partite cambiamo qualcosa, cercheremo di mettere in difficoltà un avversario solido come la Juventus. Leao? Lui non si deve accontentare e io devo pretendere tanto, ci sono ancora tante situazioni che possiamo sviluppare”.

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...

MP GRAPHIC – Milan, dicembre in giro per il mondo. Tutte le amichevoli in programma

In attesa che si chiuda il capitolo Mondiali i n Qatar prima di rientrare...

Ultim'ora

Femminile, obiettivo rimonta: adesso serviranno i gol di Kosovare Asllani

Quinto posto in campionato e ritorno alla vittoria, e che vittoria, contro l'ostica Fiorentina...

Cremonese, Pickel: “Chi mi ha impressionato di più? Sicuramente Napoli e Milan”

Intervenuto in conferenza stampa, il centrocampista della Cremonese, Charles Pickel, ha risposto anche ad...

Bennacer sui social: “Grazie a tutti per gli auguri ricevuti”

Oggi è stata la giornata di Bennacer e ve l'abbiamo raccontata con gli auguri...