“Il Diavolo ha un Messias”: il brasiliano fa sognare la qualificazione al Milan

Author

Categories

Share

Il calcio regala storie emozionanti, ma quella di Junior Messias spicca per la rarità e al contempo la precocità realizzativa del brasiliano: al primo tiro in porta nella sua prima gara in Champions League, il suo primo gol in maglia rossonera (o nera e rossa, che dir si voglia).

Se il Milan possiede ancora delle speranze di qualificazione alla fase ad eliminazione diretta le deve al suo numero 30, colui che fino a non troppi anni fa faceva il fattorino per Torino e giocava nei tornei amatoriali. Lo ricorda la Gazzetta dello Sport odierna, la quale sottolinea come contro l’Atletico sia stato più che mai fondamentale l’apporto di un dio che porta il nome di Zlatan Ibrahimovic.

Il centravanti svedese è subentrato nella girandola di cambi al 64′ e ha svoltato la partita: suo il passaggio che apre il campo proprio all’ex Crotone nell’occasione colossale capitata sui piedi di Bakayoko. Anche a Madrid il Milan non ha tradito la sua carta costituzionale che ha fatto dell’Europa il giardino rossonero per anni: giocare, creare, attaccare e osare. Una serata pazzesca che porterà ad un epilogo ancor più incredibile: il 7 dicembre, giorno caro a Milano per la ricorrenza di Sant’Ambrogio, a San Siro arriverà il Liverpool. “Gli dei di Pioli sono pronti“.

Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share