HomeNewsZambrotta: "Il Milan non sta deludendo: a parte l’ultima parentesi in Champions,...

Zambrotta: “Il Milan non sta deludendo: a parte l’ultima parentesi in Champions, l’ho visto bene in questo inizio di stagione”

Gianluca Zambrotta è un ex calciatore di Milan e Juventus, nelle quali ha giocato rispettivamente 4 e 7 anni. Oltre a questo è stato anche protagonista della storica cavalcata dell’Italia ai Mondiali di Germania del 2006, competizione poi vinta dagli azzurri. L’ex terzino ha rilasciato una lunga intervista all’edizione odierna di Tuttosport, per presentare le sfida tra rossoneri e bianconeri.

Queste le dichiarazioni di Zambrotta: “E’ sempre bello assistere a questo tipo di match innanzitutto perché stiamo parlando di due squadre che hanno fatto la storia del calcio italiano così come di quello internazionale. Poi, per quel che mi riguarda, ci sono i ricordi che mi portano ai miei trascorsi a Torino e Milano. E’ chiaro che finisco sempre per guardare questa sfida con occhi diversi. Con il Diavolo lo Scudetto vinto nel 2011, che è il penultimo dalla storia del Milan. E poi ripenso alla Supercoppa vinta in Cina, a Pechino, contro l’Inter. Quelle sono state le parentesi più importanti nei 4 anni rossoneri“.

Zambrotta prosegue: “Il Milan in campionato non sta deludendo: non è in testa alla classifica, ok, sta a meno tre dal Napoli e dall’Atalanta, ma basta un passo falso di quelle che stanno davanti e recupera. A parte l’ultima parentesi in Champions, l’ho visto bene in questo inizio di stagione considerando anche il fatto che ha dovuto e deve fare i conti con diversi infortuni. Sentimentalmente non potrei scegliere! Ho passato 7 anni bellissimi alla Juventus, poi 4 nel fine carriera al Milan. Ma se devo guardare il momento attuale delle due squadre penso che servirei più al Milan: Theo Hernandez è uno che fa la differenza ed era il più in forma, ma è reduce da infortunio; Calabria è ko, Florenzi è ko… A Pioli potrei fare comodo“.

Zambrotta conclude: “Ibra sarà importante nello spogliatoio: finché avrà la mentalità da vincente, può sempre e solo far bene a una squadra. Poi è chiaro, e lui lo sa, che non è più giovane e deve gestirsi, concordare con l’allenatore le partite più funzionali a lui e alla squadra. Lui chiede sempre molto ai compagni e all’interno di un gruppo giovane come  quello rossonero, può risultare fondamentale per la crescita di chi deve migliorare anno dopo anno. Con chi dei miei ex compagni guarderei Milan-Juventus? In bianconero Buffon, Cannavaro, Camoranesi, Del Piero, Pessotto, Ferrara. In rossonero Gattuso, Pirlo, Nesta, Oddo, Inzaghi… Ma anche Ambrosini, Abbiati. Altro che un divano, servirebbe la saletta di un ristorante“.

Zambrotta - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Zambrotta – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Cordoba su Shevchenko: “Un attaccante incrediIbile, ma Ronaldo…”

Intervistato da Affari Italiani, Ivan Ramiro Cordoba, ex centrocampista dell'Inter ha parlato degli attaccanti...

Ajax, Lucca: “Ibrahimovic è il mio idolo, la mia fonte di ispirazione”

Lorenzo Lucca, giovane attaccante di proprietà dell'Ajax in passato spesso accostato anche al Milan,...

Francia agli ottavi, il Milan si congratula con Hernandez e Giroud: “Avete avuto un ruolo importante”

La Francia è la prima squadra a qualificarsi agli ottavi di finale dei Mondiali...

Arriva un record per Theo Hernandez. Ecco di cosa si tratta

Brilla Theo Hernandez nella sua prima gara da titolare con la Francia ai Mondiali....

Ultim'ora

Cordoba su Shevchenko: “Un attaccante incrediIbile, ma Ronaldo…”

Intervistato da Affari Italiani, Ivan Ramiro Cordoba, ex centrocampista dell'Inter ha parlato degli attaccanti...

Ajax, Lucca: “Ibrahimovic è il mio idolo, la mia fonte di ispirazione”

Lorenzo Lucca, giovane attaccante di proprietà dell'Ajax in passato spesso accostato anche al Milan,...

Francia agli ottavi, il Milan si congratula con Hernandez e Giroud: “Avete avuto un ruolo importante”

La Francia è la prima squadra a qualificarsi agli ottavi di finale dei Mondiali...