MP VAR Room – Sassuolo-Milan, gli episodi arbitrali visti dal regolamento

Categories

Si è concluso a reti inviolate il match del Mapei Stadium tra Sassuolo e Milan. La gara è stata arbitrata dal signor Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta. Si vada di seguito ad analizzare la prestazione del fischietto pugliese nella gara di Reggio Emilia. Complessivamente il match è stata ben arbitrato dall’arbitro, dove la gestione delle gara e dei cartellini è stata equilibrata.

  • 20′: CALCIO DI RIGORE per gli emiliani per fallo di Saelemaekers su Kyriakopoulos. L’arbitro non ha alcun dubbio sul penalty, indicando subito il dischetto. Analizzando l’accaduto il rigore concesso è corretto, dal momento che il belga rossonero interviene in ritardo sul calciatore greco, procurandogli uno sgambetto che lo fa cadere. Non è il classico rigore solare, ma la scelta del fischietto pugliese è corretta.
  • 50′: Theo Hernanedez, da ultimo uomo, dà una spallata a Berardi nel tentativo di recuperarlo, facendolo cadere. Per il direttor di gara non è fallo ma viene comunque ravvisata una posizione di fuorigioco dell’esterno del Sassuolo che annulla ogni dubbio. Analizzando il contatto tra Hernandez e Berardi ci sentiamo di dire che il braccio del terzino rossonero è troppo largo e che dunque la sua sbracciata su Berardi non fosse regolare. In tal caso si sarebbe trattato di una DOGSO, ovvero una chiara ed evidente occasione da gol per il Sassuolo. Citando il regolamento, infatti, erano rispettati 4 requisisti della Dogso: possesso del pallone, direzione globale dell’azione, il numero di difendenti e la distanza dalla porta. Poichè il pallone era nella disponibilità di Berardi, la direzione dell’azione verso la porta, la distanza da essa poca e il numero di difendenti nullo, se il fallo fosse stato dato Theo Hernandez avrebbe dovuto essere espulso.
  • 88′: De Ketelaere sguscia via bene e Ferrari, fuori dall’area di rigore sul lato destro, il quale lo trattiene per la maglia; per l’arbitro è tutto regolare. L’intervento del centrale emiliano però, dopo averlo rivisto, non è regolare e meritava una sanzione, in quanto egli ha utilizzato le sue braccia per ostacolare il belga impedendogli poi di prendere il pallone.

Per quanto riguarda altre situazioni degne di nota, non è successo altro di significativo. Le ammonizioni sono tutte corrette e ci sentiamo quindi di dare una buona valutazione al direttore di gara, oggi tenuto sott’occhio anche dal designatore arbitrale Gianluca Rocchi.

MP VAR Room (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
MP VAR Room (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

 

Autore

condividi