HomeNewsTuttosport, Milan: "Un punto e rimpianti"

Tuttosport, Milan: “Un punto e rimpianti”

Al Milan manca il colpo del ko nel finale. Leao, complice la deviazione di Bernardo, centra il palo in pieno recupero, ma prima i rossoneri avevano fatto troppo poco.

Siamo pronti per questi livelli”. Aveva sottolineato, azzeccando la previsione, Stefano Pioli nella conferenza stampa che ha fatto da antipasto alla gara. L’allenatore non avrebbe invece mai immaginato che il Chelsea sarebbe deragliato a Zagabria contro l’avversario – sulla carta- più morbido del girone. Per questo motivo, il pari del Milan a Salisburgo lascia l’amaro in bocca. I rossoneri avevano l’occasione per alzarsi sui pedali già al primo tornante, invece non sono riusciti ad andare al di là di una prestazione ordinaria, non certo straordinaria come quella nel derby.

Deludente soprattutto l’approccio all’ultima mezz’ora quando il Salisburgo, falcidiato dalle assenze è apparso un po’ sulle gambe. Ciò nonostante, prima del palo centrato da Leao – complice la deviazione di Bernardo – nel pieno dei 4 minuti di recupero concessi dall’arbitro, agli atti resta soltanto l’occasionissima sciupata da Fernando che, liberato dal cross di Kjaergaard in posizione di sparo a pochi metri dalla porta, è riuscito nell’impresa di aprire il piattone calciando alto sulla traversa quando da lì era più facile quanto meno centrare lo specchio.

Nonostante il gol preso in modo un po’ inatteso, il Milan è stato bravo a non sbandare e, dopo una manciata di minuti, è arrivato al pareggio con Saelemaekers, l’unico giocatore cambiato rispetto agli undici del derby. Bennacer nell’occasione si è riscattato avviando, complice una bella giocata di De Ketelaere, la ripartenza conclusa sull’asse Leao-Saelemaekers, con il belga bravissimo a controllare il pallone di destro e quindi a tirare di sinistro.

Il Milan ha saputo soffrire il giusto, però, come ampiamente sottolineato, quando il Salisburgo è prevedibilmente calato, i ragazzi di Stefano Pioli non sono riusciti a prendere in mano l’inerzia del match e, oltre al palo centrato da Leao, sono stati pericolosi soltanto con un filtrante di Origi per Brahim Diaz. Troppo poco per sperare di vincere. Il che, alla luce della frittatona del Chelsea in Croazia, raddoppia i rimpianti. Questa l’analisi di Tuttosport in edicola questa mattina.

Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Genoa, il presidente Zangrillo cambia atteggiamento: contro il Milan sceglie i toni duri, contro l’Inter lascia lo stadio

Niente parole dure nel post-partita. Il presidente del Genoa Alberto Zangrillo ha optato per...

Tomori: “Mi sento un difensore completo, voglio vincere trofei con il Milan. La mia miglior prestazione? Ecco quale scelgo”

Fikayo Tomori è stato il protagonista della seconda puntata di "Gameplay", episodio che potete...

Nazionali: Simic ufficialmente convocato dalla Serbia per le prossime amichevoli

Dopo l'anticipazione arrivata qualche giorno fa ora è ufficiale: il rossonero Jan-Carlo Simic ha...

Milan, il rendimento di Maignan non è più quello di una volta. Il dato del crollo del francese

Il rendimento di Mike Maignan di questa stagione è uno dei tanti temi contradditori...

Ultim'ora

Genoa, il presidente Zangrillo cambia atteggiamento: contro il Milan sceglie i toni duri, contro l’Inter lascia lo stadio

Niente parole dure nel post-partita. Il presidente del Genoa Alberto Zangrillo ha optato per...

Tomori: “Mi sento un difensore completo, voglio vincere trofei con il Milan. La mia miglior prestazione? Ecco quale scelgo”

Fikayo Tomori è stato il protagonista della seconda puntata di "Gameplay", episodio che potete...

Nazionali: Simic ufficialmente convocato dalla Serbia per le prossime amichevoli

Dopo l'anticipazione arrivata qualche giorno fa ora è ufficiale: il rossonero Jan-Carlo Simic ha...