HomeIn evidenzaDopo la sosta si fa la conta…degli assenti: Milan, è sempre emergenza

Dopo la sosta si fa la conta…degli assenti: Milan, è sempre emergenza

Ripresi oggi gli allenamenti a Milanello per iniziare a preparare ufficialmente la settimana di San Siro che sarà decisiva su entrambi i fronti, Serie A e Champions League. Un rientro dalla sosta che i tifosi da un lato bramano, desiderosi e vogliosi di rivedere il Milan che conoscono e che amano magari tornare a vincere, dall’altro però sono preoccupati dai tanti infortuni che non sembrano voler dare tregua a Pioli e al suo staff.

Dopo la sosta il Milan fa la conta degli assenti

Sì, perché continua l’emergenza infortuni in casa rossonera e neanche al rientro dalla pausa il tecnico potrà contare su tutti i suoi uomini fidati. Partendo dalla difesa, due soli sono i centrali a disposizione (Tomori e Thiaw). Kalulu e Pellegrino sono ai box da Napoli e ne avranno ancora per molto. Kjaer è acciaccato anche lui da fine ottobre ed in questa sosta si è allenato a Milanello ma non sembra essere ancora al 100% per poter contare su di lui come riserva. A destra Calabria è uscito a metà gara contro il Lecce e sta proseguendo il suo iter per il rientro con la speranza che riesca a recuperare per sabato, altrimenti si scalda Florenzi.

Un altro acciaccato di Lecce, forse il più importante, Rafael Leao. Il portoghese non è andato in Nazionale ed è alle prese con una lesione di primo grado che lo terrà ai box molto probabilmente fino all’inizio di dicembre (si cerca di recuperarlo per la sfida all’Atalanta del 9). Dall’altra parte, Christian Pulisic, non ha giocato a Lecce per una contrattura rimediata contro il PSG ed anche lui si sta allenando a parte. Anche per l’americano la situazione si evolverà col passare dei giorni e, come Calabria, sembra quello più vicino al rientro.

Su chi invece aleggia un velo di misteriosità è Ruben Loftus-Cheek. L’inglese ha avuto una distrazione muscolare alla fine di settembre contro la Lazio per poi soffrire di un problema addominale che lo ha tenuto fuori fino alla gara di ritorno con il PSG (7 novembre). I 90′ in Champions che lo hanno riconsegnato a Pioli sono stati però talmente dispendiosi da fargli saltare la partita di Lecce. Normale gestione? A quanto pare no perché da quel giorno RLC si è sempre allenato a parte a Milanello tranne sabato assente per un virus. Il suo recupero è tutt’altro che scontato e potrebbe dare forfait anche sabato contro la Fiorentina.

Sportiello, Kalulu, Pellegrino, Calabria, Kjaer, Caldara, Bennacer, Loftus-Cheek, Pulisic, Leao ai quali si aggiunge anche lo squalificato (due turni) Olivier Giroud. Una intera formazione ai box o quasi anche al rientro dalla pausa. Dopo solo tre mesi di stagione. Situazione ai limiti del grottesco per il Milan, Pioli ed il suo staff. I tifosi stanno perdendo la pazienza, tra rabbia e delusione chi la trova una soluzione?

Milan: Giacomo Murelli e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Giacomo Murelli e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Capello: “Ibra vivrà grandi responsabilità ora, dovrà far sentire la sua voce in tutte le aree. Ho un solo dubbio però…”

Fabio Capello, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. L'argomento di discussione è...

Milan in mezzo alla tempesta? Tutti sull’arca di Noah. E ora la zona Champions League si solidifica ancor di più

Non era facile, soprattutto dopo i nuvoloni di tempesta fatti arrivare da Cardinale. Ma...

Serie A, Okafor raggiunge Jovic e Lautaro in una speciale classifica

Ancora una volta Noah Okafor si rivela decisivo per il Milan: l'attaccante svizzero ha...

Gazzetta: il Milan riparte a discapito della Lazio. Il terzo posto è ancora solido

Il Milan riparte, in qualche modo. Così scrive la Gazzetta dello Sport, nell'edizione odierna....

Ultim'ora

Capello: “Ibra vivrà grandi responsabilità ora, dovrà far sentire la sua voce in tutte le aree. Ho un solo dubbio però…”

Fabio Capello, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. L'argomento di discussione è...

Milan in mezzo alla tempesta? Tutti sull’arca di Noah. E ora la zona Champions League si solidifica ancor di più

Non era facile, soprattutto dopo i nuvoloni di tempesta fatti arrivare da Cardinale. Ma...

Serie A, Okafor raggiunge Jovic e Lautaro in una speciale classifica

Ancora una volta Noah Okafor si rivela decisivo per il Milan: l'attaccante svizzero ha...