Milan, i duri giudizi dei quotidiani per Leao: fioccano le insufficienze (anche gravi)

Categories

Inizia tutto bene, finisce tutto (o quasi) male: questa la fotografia della serata di Sampdoria-Milan per Rafael Leao. Nel pre-partita Pioli gli parla a lungo e rivelerà poi che lo aveva visto scherzare, ma che era stato tranquillizzato (“Non ti preoccupare, mister“).

Dopo 6′ dispensa un assist (involontario) a Messias dopo una delle sue solite galoppate. Al 25′ serve un cioccolatino a De Ketelaere che insacca, ma tutto è vano per via della posizione irregolare di Giroud ad inizio azione. Nel frattempo un particolare da non sottovalutare: al 17′ la prima ammonizione per una leggera sbracciata su Ferrari.

Poi l’inizio del secondo tempo e l’episodio che cambia la partita, sua e del Milan. Un tentativo di rovesciata, perché l’estro di certo non gli manca, andato a vuoto. O meglio, finito per colpire la testa di Ferrari. Fabbri estrae il secondo giallo e lo manda negli spogliatoi. Prima di uscire dal terreno di gioco, però, il bellissimo gesto per sincerarsi delle condizioni dell’avversario. Di seguito i duri giudizi dei quotidiani (e il nostro) della sua gara.

Gazzetta dello Sport, 4: “Rafa crea e Rafa distrugge: dipinge sul gol di Messias, poi l’ingenuità che lascia i suoi in 10. E col Napoli non ci sarà“.

Corriere della Sera, 4,5: “Il migliore in assoluto, finché non si fa cacciare per una pericolosa scarpata in faccia a Ferrari, non cattiva ma evitabile. Salterà il Napoli, perdita pesante“.

La Repubblica, 5.

MilanPress.it, 5,5: “Scodella un assist e mezzo (due se non avessero annullato il gol di De Ketelaere), ma la doppia ammonizione costa caro al Milan; la sua crescita passa anche da queste cose. Salta il Napoli, un problema enorme per Pioli“.

Leao MilanPress
Leao MilanPress

Autore

condividi