martedì, Gennaio 25, 2022

Il tassello dove spinge Pioli: vincere con le medio-piccole per puntare in alto

Author

Categories

Share

- Advertisement -

Per vincere il campionato si sa, bisogna fare un grande cammino, vincerle praticamente tutte, ma la vera differenza, come spesso detto da Pioli, non sono tanto gli scontri diretti, ma le partite contro squadre di medio-bassa classifica. In queste ultime due uscite di Serie A, il Milan ha totalizzato 0 punti, contro Fiorentina e Sassuolo. Molto male, ma se a Firenze si è creato molto e la fortuna è venuta in contro alla Viola (quasi un gol ad ogni tiro), non si può dire lo stesso del match di ieri pomeriggio contro i neroverdi.

Sarà stata la grande fatica di mercoledì a Madrid, che ha portato la squadra a corto di fiato nel match di San Siro? Si anche, ma come ha detto Pioli, la squadra è stata costruita per fare più competizioni e non dev’essere certo un alibi per giustificare queste sconfitte, l’ultima appunto, meritata.

Se si va un attimo ad analizzare l’andamento della gara, si nota come il Milan arrivi con facilità nella 3/4 e area di rigore del Sassuolo, a mancare a quel punto è la lucidità. Leao e Theo si proiettano sempre in avanti a cercare il tiro, la giocata, l’assist giusto, ma in questo caso è andata male. Meriti anche alla squadra di Dionisi che ha creato delle occasioni ed è stata molto più cinica dei rossoneri, che però anche stavolta si sono fatti i gol da soli.

La società, la dirigenza, lo staff e i giocatori sanno che quest’anno si può puntare allo scudetto, ma bisogna battere questo tipo di squadre, raccogliere quei punti che verso la fine faranno tutta la differenza e che porteranno quella squadra a vincere il campionato. Pioli lo sa, i giocatori lo sanno. Sono capitati questi scivoloni che potevano invece far allungare sulle rivali, ma purtroppo sono partite che capitano.

Ora la cosa fondamentale è recuperare energie, anche se ci sarà già il turno infrasettimanale, recuperare qualche giocatore e volare a Genova dove ad attenderli ci sarà un altro cuore rossonero, il grande Sheva, stavolta sulla panchina del Grifone.

Milan: Stefano Pioli
Milan: Stefano Pioli – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share