Pioli in conferenza: “La squadra è consapevole e vuole sacrificarsi. Con Hauge brava la società. Ad Ibra ho detto…”

Author

Categories

Share

Giornata numero dieci di questo campionato. Il Milan in trasferta a Genova affronterà la Sampdoria di Claudio Ranieri per tentare di proseguire il cammino in testa alla classifica. Pochi minuti fa la conferenza stampa di presentazione al match del mister Stefano Pioli. Ecco le sue dichiarazioni:

“Credo che la squadra sia stata molto brava a trovare grandi motivazioni. Sono tanti gli obiettivi, su uno siamo concentrati. Stare sempre bene in campo, essere sempre propositivi e padroni del gioco. La squadra ora è consapevole che i sacrifici servono per arrivare a grandi successi. Ai miei chiedo di essere sempre determinati e prepararsi bene, perché tutti vogliamo vincere. La differenza è nella preparazione.

Chi si lavora meglio ha più possibilità di vincere. Oggi ringrazio chi ci ha permesso di allenarci al meglio. Quando dico che tutti insieme facciamo sforzi, mi riferisco anche a queste situazioni, ieri è caduta tanta neve. Con Zlatan sono diretto. Gli ho detto che per quello che ha dimostrato e per il percorso non sarebbe stato giusto andare via”.

Stefano Pioli ha parlato anche dei singoli e dei miglioramenti importanti di determinati giocatori:

“Rebic? Infortunio fastidioso, perché gli ha tolto anche la miglior condizione. Giovedì si è mosso bene in campo , ma non è stato servito nella profondità. Gli auguro di tornare al goal, ma per l’importante è il lavoro di squadra. Con Hauge la società è stata brava, siamo stati bravi ad incontralo e ci siamo resi conto delle sue qualità da vivo. Può crescer ancora tanto, è con noi da poco, ma lui è molto intelligente e disponibili, ci da tante caratteristiche diverse.

 Il falso nueve? Anche con Ibra giochiamo senza centravanti, perché lui sa giocare bene tra le linee. Dipende comunque dalle scelte e dalle situazioni. Theo Hernandez è sempre più attento e concentrato, ha l’approccio giusto. Ha qualità tecniche e fisiche importanti e lui continua a crescere. Theo può avere miglioramenti importanti così come i suoi compagni di squadra. Mi riferisco proprio a questo quando parlo di continuare a lavorare”.

Infine, grande rilevanza è stata data all’umiltà di questa squadra nell’affrontare i match, per poi passare al capitolo infortunati:

“Noi siamo stati bravi in ogni partita per portare via qualcosa per la nostra crescita. Con il Celtic abbiamo pagato a caro prezzo qualcosa. Il rispetto e l’umiltà non ti devono permettere di avere cali di tensione. Puoi andare sotto, ma giocando si può recuperare. Sono piccoli tasselli, ma se raccolti tutti insieme permettono alla squadra di crescere. Kjaer, Leao e Ibra non ci saranno domani. La lesione di Simon è muscolare, tra una settimana avremo le idee chiare. Approfitterà del momento per recuperare e tornare quanto prima. Musacchio è vicino al rientro.”

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share