Pioli in conferenza: “Il nostro percorso prosegue da 2 anni, abbiamo basi importanti che non crolleranno. Rebic, Florenzi e Ballo-Toure ok”

Author

Categories

Share

Come di consueto, alla vigilia del derby, il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby. Queste le dichiarazioni più importanti del mister rossonero: “Abbiamo recuperato energie, veniamo da un periodo impegnativo, ma la squadra sta bene ed è in condizioni ottimali, sia mentali che fisiche. Siamo pronti per il derby. E’ una partita storica e prestigiosa, l’importante è esserci e magari vincerlo. Zlatan è un fenomeno e continua a dimostrarlo. Sta bene, e come tutti i suoi compagni è molto motivato. L’Inter è favorita per lo Scudetto perchè ha vinto lo scorso campionato. Noi e il Napoli abbiamo fatto un inizio di campionato straordinario, ma è ancora lungo. Tutte le squadre hanno dei punti deboli, quelli dell’Inter proveremo a scoprirli domani“.

Ancora Pioli: “Prepariamo ogni partita per vincerla, immaginate come abbiamo preparato questa. Sappiamo le difficoltà e la forza dell’avversario. Non sarà una partita determinante per il campionato, lo è per il nostro ambiente e per il nostro popolo. In queste partite non ci sono favoriti e nei derby la classifica non conta. Lo stadio ci sosterrà e dobbiamo cercare di far bene giocando con attenzione e determinazione. Vogliamo usare le nostre qualità dall’inizio alla fine della partita. Andare a +10? Il campionato è troppo lungo e ci sono tanti punti in palio. Lo scorso anno vincemmo il derby d’andata, ma per l’esito finale del campionato forse fu decisivo quello che perdemmo al ritorno“.

Pioli prosegue: “Ultimo derby lo abbiamo perso 3-0? E’ cambiato tanto, siamo cambiati sia noi che loro. Hanno un nuovo allenatore, giocatori con caratteristiche diverse, ma le partite sono difficili da prevedere e da confrontare. Meglio questa Inter o quella di Conte? Lo dirò domani sera. Hanno qualità fisiche, tecniche e tattiche, stanno bene in campo e hanno giocatori che possono risolvere la partita. Come del resto anche noi abbiamo i nostri. Si affrontano i migliori attacchi della Serie A, quindi credo che difendere molto bene darà grande possibilità nel vincere la partita. Brozovic è un giocatore molto importante per l’Inter e andrà tenuto in grande considerazione se vogliamo sporcare le loro giocate. Dipenderà anche dalle nostre posizioni, ma noi vogliamo provare ad essere aggressivi“.

Pioli continua: “Rebic è recuperato, anche Florenzi e Ballo-Toure: saranno a disposizione. L’unico indisponibile è Messias, che rivedremo dopo la sosta. Le scelte di formazione le ho già fatte, i giocatori le conoscono e domani le vedrete. Dobbiamo credere nelle nostre qualità, giocando con convinzione e fiducia. Il nostro è un percorso che prosegue da quasi due anni, abbiamo basi importanti che non crolleranno. Ci stiamo abituando ad affrontare sfide difficili, deve tornare ad essere la normalità. Chi toglierei all’Inter? Nessuno, punto sui miei sapendo che gli avversari sono forti ma anche noi lo siamo. Faremo una partita seria cercando di vincerla. Discorso motivazionale? Lo faccio ogni volta che scendiamo in campo. Si tratta di capire quali tasti toccare, anche se credo che per una partita come quella di domani il mio lavoro non sarà molto difficile perchè i ragazzi sono motivati e concentrati“.

Pioli conclude: “Le convocazioni in Nazionale sono un segnale per tutto l’ambiente Milan e per il club che ha scelto giocatori forti. E’ un riconoscimento delle qualità dei ragazzi, ormai abbiamo quasi tutti in Nazionale, se vogliamo essere forti dobbiamo avere giocatori forti. Ieri ho visto il filmato sul nuovo Bernabeu: bellissimo, incredibile. Sono orgoglioso di far parte di un club che ha queste idee innovative che possano far crescere anche tutto il calcio italiano. San Siro è la storia, il nuovo stadio è il futuro. Dobbiamo essere impavidi e coraggiosi, è il momento di essere, vogliamo esserlo e meritiamo di esserlo. Se arriviamo al derby con dieci vittorie e un pareggio è perchè lo abbiamo meritato: non è un sogno, è la realtà. Il derby è 50% tattica e 50% aspetto caratteriale, quest’ultimo può fare la differenza più della tattica. La partita contro l’Atalanta può essere il riferimento per domani anche per le caratteristiche degli avversari. Ho vissuto questi giorni con partecipazione e concentrazione, è stata una settimana con impegni importanti quindi non è che ho avuto tanto tempo per pensarci. Domani nel pre-partita mi godrò lo stadio ed i nostri tifosi“.

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavoloMilan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share