HomePrimo PianoOggi, vent’anni fa. Quell’incredibile 5 maggio che ha aperto un ciclo rossonero

Oggi, vent’anni fa. Quell’incredibile 5 maggio che ha aperto un ciclo rossonero

Sono passati vent’anni da quello che fu probabilmente il più incredibile 5 maggio della storia della Serie A. Partite, sorprese, esiti inaspettati ed intrecci che non si allontanano così tanto dalla storia di questo stesso campionato, ancora tutto in bilico e capace di restituirci un finale mozzafiato.

La stagione 2001-2002 viene ricordata maggiormente per lo scudetto perso all’ultima giornata dall’Inter, che uscì sconfitto dallo stadio Olimpico contro la Lazio, consegnando di fatto il tricolore alla Juventus. Scopriamo però, sviscerando intrecci e risultati, le quattro protagoniste di questa “storia”: Inter, Milan, Bologna ed Hellas Verona. Un giorno che cambiò, appunto, la storia degli anni successivi.

Vent’anni dopo

Il primo grande protagonista di questa storia, combacia ovviamente con l’antagonista del Diavolo per la corsa a questo tricolore. L’Inter di Hector Cuper, le lacrime di Ronaldo, la sconfitta inaspettata, il dolore di porgere ai rivali della Juventus uno scudetto praticamente vinto.

Le altre tre protagoniste della nostra storia, Milan, Bologna ed Hellas Verona, hanno un punto in comune, un risultato per essere precisi: un significativo 3-0 arrivato all’ultima giornata di campionato. Successo che in qualche modo, ha cambiato la storia di quella stagione, ma non solo.

Milan e Bologna il 5 maggio 2002 trovano due risultati diametralmente opposti. I rossoneri di Carlo Ancelotti chiamati alla qualificazione in Champions League davanti ai 70 mila spettatori di San Siro, battono il Lecce per poi mettersi in attesa di buone notizie da Brescia, dove il Bologna – prima di quel match a pari punti con il Milan – perde incredibilmente, lasciando al diavolo quel quarto posto da cui nacque il ciclo vincente della squadra di Ancelotti. Per chiudere questo cerchio, proprio il Brescia condanna in Serie B il prossimo avversario dell’attuale Milan, l’Hellas Verona, uscito sconfitto a Piacenza – pensate un po’ – sul risultato di 3-0.

Questa è l’altra storia di quel 5 maggio. Una storia messa comprensibilmente in secondo piano, ma non per questo di minore importanza

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Salvini non ha dubbi: “L’Inter vincerà il derby, il Milan…”

Matteo Salvini, politico, vice premier e tifoso del Milan ha parlato del prossimo derby...

Leao e Adli si scambiano un messaggio sui social: ecco di che si tratta

Segnali? Rafael Leao ha postato nel tardo pomeriggio nelle sue stories Instagram una foto...

Milan, il focus sull’under 18: vittoria e rilancio

Attesa e importante. La vittoria di Parma, la prima del nuovo anno, ha dato una scossa...

Filippo Galli sul Milan: “Una soluzione potrebbe essere un confronto fra giocatori, allenatore e staff”

Filippo Galli, ex difensore del Milan, ha rilasciato un'intervista a SportMediaset in cui ha...

Ultim'ora

Salvini non ha dubbi: “L’Inter vincerà il derby, il Milan…”

Matteo Salvini, politico, vice premier e tifoso del Milan ha parlato del prossimo derby...

Leao e Adli si scambiano un messaggio sui social: ecco di che si tratta

Segnali? Rafael Leao ha postato nel tardo pomeriggio nelle sue stories Instagram una foto...

Milan, il focus sull’under 18: vittoria e rilancio

Attesa e importante. La vittoria di Parma, la prima del nuovo anno, ha dato una scossa...