HomeNewsNuovo San Siro, il secondo incontro del dibattito pubblico: ecco com'è andato

Nuovo San Siro, il secondo incontro del dibattito pubblico: ecco com’è andato

Milano, Palazzo Reale. Dopo il primo incontro dello scorso 28 settembre, si è tenuto oggi alle ore 17:00 il secondo del dibattito pubblico sul futuro di San Siro e il nuovo stadio di Milan e Inter. Il dibattito, indetto dal Comune di Milano, ha lo scopo di presentare al pubblico la proposta del nuovo stadio di Milano e di raccogliere osservazioni e proposte per consentire di valutare e migliorare il progetto. Il dibattito è aperto a tutte le persone interessate ed è organizzato affinché il pubblico possa ricevere informazioni sulla proposta, chiedere ed ottenere chiarimenti, indicare criticità o temi da approfondire, e proporre soluzioni migliorative. L’ultimo atto sarà il 18 novembre con la relazione del coordinatore del dibattito pubblico, dopodiché il Comune avrà due mesi per dare una risposta sul futuro del nuovo stadio di Milano. L’incontro odierno riguarda “Stadio Milano: le ragioni dell’intervento”.

L’intervento dell’advisor rossonero Bonomi

Nella prima parte c’è stato l’intervento dell’advisor del Club rossonero Giuseppe Bonomi che vi riportiamo qui in forma integrale.

È indubbio che il calcio sia uno dei primi motivi per cui Milano è conosciuta nel mondo: i successi delle squadre hanno da sempre trasmesso un’immagine di successo della città. Per questo i club sono in costante e continuo impegno per uno spirito di rinnovamento. Milano è Milano perché è pronta ai cambiamenti. I due club hanno espresso da tempo l’esigenza di avere una casa per le loro esigenze: uno stadio moderno per tenere il passo del calcio internazionale. La particolarità è che i due club siano insieme, pur mantenendo la rivalità sportiva. La nostra proposta congiunta serve per riaffermare questa volontà di convivere per mantenere il successo di questi due club. Vorremmo farlo a San Siro perché è il quartiere del calcio milanese. Lo facciamo per noi stessi, ovvero i nostri tifosi: offrire loro più spazi, più comfort. Ma anche per la nostra città: consentirci di avere una casa adeguata ai bisogni moderni credo sia interesse di tutti. Milano ha sempre considerato lo sport come un importante funzione sociale. Da qui l’idea di dare vita ad un quartiere che offra spazi e servizi che faciliti l’interazione di persone. La competizione ha fatto capire ai due club che lo stadio dove giocano costituisca un freno alla loro voglia di vincere“.

A seguito di questa frase, sono da registrare dei mugugni tra i presenti che hanno provocato attimi di tensione.

È un concetto espresso da tutta Italia – riprende Bonomi – dove si alza con forza la voce dei club. Uno può non apprezzare il calcio, ma non si può disconoscere un valore al calcio come la funzione sociale. In questi anni abbiamo studiato come dotare Milano di uno stadio all’altezza dei nostri competitori. Non l’abbiamo fatto da soli, ma ci siamo avvalsi di tecnici, progettisti che conoscono il business. Si può non essere d’accordo con la proposta, ma non si può disconoscere l’approfondimento che facciamo. Stiamo parlando di una grande area pubblica e di soggetti privati che intendono investire in un’area pubblica. È importante perché spesso si presume che possano sussistere risorse pubbliche per questi tipi di interventi. Ci sono due soggetti privati che vogliono investire circa 1,3 miliardo di euro per uno spazio pubblico che verrà utilizzato da chiunque. Siamo fiduciosi che dal confronto con i cittadini possano emergere suggerimenti importanti per migliorare la proposta. Sappiamo che l’elemento della possibile ristrutturazione dell’attuale stadio sia ricorrente nel dibattito cittadino: abbiamo fatto le nostre analisi e queste prevedono un nuovo insediamento“.

Interventi dei tecnici e la parte di dibattito

A seguire tre interventi specialistici e uno di integrazione. Il primo di Silvia Prandelli, rappresentante di Populous, la quale ha parlato dei requisiti funzionali del nuovo San Siro. Il secondo di Giuseppe Amaro, rappresentante di GAE Engineering, il quale ha parlato dei requisiti di sicurezza dello stadio. Il terzo di Lucio Visintini, rappresentante di Concrete Acoustics, il quale ha parlato dei requisiti acustici dello stadio. Infine Patrizia Polenghi di CEAS, la quale ha offerto una sintesi di confronto molto interessante tra lo Stadio Meazza e il nuovo San Siro.

È stato ribadito che i Club vogliono dotarsi di uno stadio di ultima generazione come elemento trainante per uno sviluppo sostenibile della loro attività dal punto di vista economico finanziario, sociale e ambientale.

Gli interventi successivi hanno visto proporre due progetti di ristrutturazione dell’attuale stadio Meazza, ma anche evidenziare determinati tipi di problemi riguardanti l’eventuale nuova struttura, a partire dalla viabilità, passando per la troppa vicinanza alle case, fino al tema della perdita di un monumento. Ci sono stati anche momenti di tensione quando ha preso parola un esponente del Comitato SanSìro, a favore del nuovo progetto di Milan e Inter. Particolare attenzione anche al confronto tra i lavori di ammodernamento e ristrutturazione del Bernabeu, tema posto nel corso delle tre ore di incontro. Il prossimo appuntamento è previsto per il 5 ottobre 2022, riguardante gli interventi previsti: si terrà al Politecnico di Milano (Sala del Rettorato) dalle ore 10 alle ore 13. Sarà un incontro di approfondimento.

Nuovo San Siro - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Nuovo San Siro – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Sky Sport, Milan: per Osorio c’è la concorrenza di alcuni club di Premier. La situazione Zaniolo…

L'obiettivo del Milan Dario Osorio è seguito anche da alcuni club di Premier League,...

Verso Milan-Sassuolo, il programma della vigilia delle due squadre: dalla rifinitura alle conferenze stampa di Pioli e Dionisi

È già tempo di vigilia di Milan-Sassuolo, ventesimo turno di Serie A. Domani le...

Sportitalia: Zaniolo rifiuta l’offerta del Bournemouth, aspetta il Milan per Giugno

Il Milan negli scorsi giorni ha provato a prendere Nicolò Zaniolo ma le richieste...

Settore Giovanile: il programma del weekend rossonero

A eccezione della Primavera maschile, impegnata di lunedì pomeriggio contro la Juventus, sarà domenica 29...

Ultim'ora

Sky Sport, Milan: per Osorio c’è la concorrenza di alcuni club di Premier. La situazione Zaniolo…

L'obiettivo del Milan Dario Osorio è seguito anche da alcuni club di Premier League,...

Verso Milan-Sassuolo, il programma della vigilia delle due squadre: dalla rifinitura alle conferenze stampa di Pioli e Dionisi

È già tempo di vigilia di Milan-Sassuolo, ventesimo turno di Serie A. Domani le...

Sportitalia: Zaniolo rifiuta l’offerta del Bournemouth, aspetta il Milan per Giugno

Il Milan negli scorsi giorni ha provato a prendere Nicolò Zaniolo ma le richieste...