MP Q&A – Carlo Pellegatti: “Ibrahimovic vuole fortissimamente restare. Tonali ritenuto troppo caro, Bakayoko obiettivo primario”

Author

Categories

Share

Questo pomeriggio, il noto giornalista e telecronista Carlo Pellegatti è intervenuto nella nostra diretta Instagram. Tantissimi i temi trattati con lui, che ha parlato a 360° del Milan attuale.

Su Ibrahimovic: “Il recupero di Zlatan è fondamentale, speriamo di riaverlo con la Roma, ma l’importante è che quando rientrerà, non avrà poi nessun tipo di ricaduta. Deve essere lui a sentirsi bene e i dottori dovranno avallare le sue sensazioni. Abbiamo bisogno del suo carisma, della sua professionalità e del suo fiuto del gol. Il confronto con Gazidis? Gazidis doveva forse parlare con lui in privato qualche giorno prima per illustrare i progetti del Milan. Secondo me lui vuole fortissimamente restare, ma vorrebbe rimanere in un bel progetto, ha detto quelle cose con rabbia d’amore e non di risentimento, ma ha sbagliato ad esprimersi così davanti a tutti“.

Ancora sul confronto Gazidis-squadra: “Credo che Gazidis sia andato a Milanello per dare una buona notizia ai giocatori. Mi risultava che questi ultimi non avessero fatto le proposte da tantissimo tempo. Giungono notizie contrastanti: avevano parlato del taglio stipendi in piena pandemia, poi venerdì è arrivata la controproposta dei calciatori. La proprietà l’ha valutata e due giorni prima della gara è andata a Milanello per annunciare di averla accettata. Poi c’è un’altra versione: i giocatori avevano dato la loro proposta molto tempo prima e allora si sono chiesti perchè Elliott abbia risposto solo adesso. Nel Milan ci sono sempre due versioni, non so quale sia vera“.

Sulla società: “Il fondo Elliott non va via, al momento quindi dobbiamo fare il tifo per questa società, sperando che faccia meglio di quello che ha fatto finora, sia sul piano tecnico-sportivo, che del marketing. Quest’anno dovrebbe essere la prima estate vera del fondo Elliott, vediamo tra un anno come va“.

Su Maldini: “Se arriva Rangnick, bisogna capire cosa farebbe Paolo qualora restasse. Maldini non vuole fare l’ambasciatore o quello che taglia i nastri, e se Rangnick si porta dietro il suo staff operativo, sarebbe difficile trovare una collocazione a Maldini“.

Su Donnarumma: “La sua permanenza è tutta da vedere, io so che la proprietà teme di perderlo a zero alla scadenza del contratto. Queste sensazioni che resta al 100% da dove arrivano? Dalla proprietà non mi filtra questo Gigio è l’unico fuoriclasse del Milan, la sua permanenza sarebbe una risposta a chi dice che Elliott col Milan vuole sono guadagnare. Per trattenerlo, il Milan deve offrigli un ingaggio consono e soprattutto creare una squadra competitiva, perchè Donnarumma non può fare sempre il settimo posto. Anche lui deve essere convinto di restare, al momento non mi risulta ci siano state offerte per lui. Di certo per lasciarlo partire servono tanti soldi”.

Sulla partita contro la Juventus: “Ho visto male sia Calabria che Conti, Rebic ha commesso un’ingenuità pazzesca, ha chiesto scusa ma non esiste fare un fallo così al diciottesimo minuto. Su Paquetà speravo tanto, ha fatto qualcosina nel primo tempo, ma fa giocate sempre fini a se stesse, e non mai decisivo nelle giocate. Ha la giustificazione di giocare sempre mezz’ala o comunque come centrocampista di fatica, quando lui è un trequartista e deve giocare vicino l’area di rigore. Leao deve migliorare in intensità, nel finale lui e Paquetà si sono messi a fare dei colpi di tacco. Serviva la bava alla bocca, Leao è uno che ancora non mastica filo spinato, deve darsi una mossa importante. E’ stato un errore togliere Bonaventura, ha una caratura e una concretezza maggiore di Paquetà. Pioli non aveva grandi alternative, non credo che uno come Maldini avrebbe potuto fare granchè di più“.

Su Kalulu: “L’ho visto qualche volta e mi sembra giochi meglio da centrale che da terzino: non giocherà in Primavera, forse verrà prestato altrove. Qualcuno ha fatto notare che il Lione ha fatto debuttare tanti giocatori giovani in questi anni, e nonostante questo Kalulu non ha mai giocato in Prima Squadra, quindi magari uno il dubbio se lo pone, anche se mi sembra che ora ci sia una sollevazione dei tifosi per la sua cessione. Dumfries può arrivare perchè ci sono buoni rapporti tra Almstad e il PSV“.

Sugli acquisti a centrocampo: “Tonali il Milan lo ritiene troppo caro. A me piace molto Roca dell’Espanyol, ma credo che il Milan cerchi un profilo più fisicato in mezzo al campo, quindi punteranno principalmente su Bakayoko”.

Author

Share