lunedì, Giugno 27, 2022

MP MERCATO LIVE – Il punto sulle trattative in casa Milan: dal Maschile al Femminile, fino alla Primavera

Author

Categories

Share

È finita la prima settimana della sessione invernale di calciomercato 2022 e con l’inizio della seconda vogliamo annunciare la nascita di questa nuova rubrica dedicata alle vicende rossonere. A cadenza giornaliera racconteremo tutte le trattative, i sondaggi, gli scenari che potrebbero aprirsi per quel che riguarda il Milan. Cercheremo di fare sempre attenzioni all’utilizzo della terminologia corretta, per non illudere nessuno, ma riportare fatti nella maniera più onesta e chiara possibile.

Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Prima Squadra Maschile: imperativo difensore centrale

Non sarà una finestra di mercato scoppiettante, anche perché una delle priorità è chiudere i rinnovi di tre pedine fondamentali: Bennacer, Leao e Theo Hernandez. Tutti e 3 sono in scadenza nel 2024 ed a tutti e 3 è stato proposto un prolungamento fino al 2026, con un adeguamento sui 4 milioni all’anno circa. Si tratta comunque di 3 situazioni differenti.

L’algerino è in Coppa d’Africa e i discorsi continueranno probabilmente al suo ritorno, quindi non prima dell’inizio di febbraio causa quarantena obbligatoria. Con l’agente del portoghese Jorge Mendes, invece, i dialoghi sono continui. Il club vuole affrettarsi perché l’interesse di Pep Guardiola per il suo Manchester City è concreto. Improbabile un suo addio, ma è comunque una trattativa da tenere monitorata. Per il francese si tratta di definire gli ultimi dettagli: le sue parole nel post-partita di ieri sono indicative della sua volontà di restare a lungo a Milano.

Questione difensore centrale: la società si muoverà per migliorare la squadra, non per trovare un sostituto temporaneo di Kjaer. La sensazione è che Maldini e Massara stiano aspettando un’occasione alla Tomori o alla Kjaer, appunto. Sven Botman non si muoverà dalla Francia in questa sessione: il Lille ha fatto muro anche all’ultima offerta del Newcastle da 35 milioni di euro e i Magpies stanno virando su altri profili. A seconda dell’opportunità, Maldini, Massara e Gazidis decideranno se optare per un prestito o per un investimento a titolo definitivo.

Sullo sfondo restano i nomi di Sarr del Chelsea, Bremer del Torino (obiettivo per giugno, ora Cairo non lo lascerà partire), Diallo del PSG (impegnato in Coppa d’Africa) con l’ostacolo della richiesta alta dei parigini, Tanganga del Tottenham (situazione simile a Diallo), BadiashileDisasi del Monaco, Mina dell’Everton (gli ultimi due non convincono appieno), Ake del Manchester City (dall’Inghilterra si parla di affare improbabile), Pablo Mari e Bailly di Arsenal e Manchester United, Milenkovic della Fiorentina ed i giovani Omeragic, Esteve, CuencaAhmedhodzic, NsokiViti, rispettivamente di Zurigo, Montpellier, Villarreal, Malmoe, Bruges ed Empoli.

Difficili, se non impossibili, Christensen e Rudiger, entrambi in scadenza col Chelsea: ingaggi troppo elevati. Occhio a possibili occasioni come Zagadou del Borussia Dortmund, in scadenza il prossimo giugno. Al momento, tra tutti questi non sembra esserci un favorito: è probabile che i dirigenti attendano la seconda metà di gennaio per strappare un giocatore a condizioni favorevoli.

Per il resto non dovrebbero esserci grossi movimenti. Adli rimarrà al Bordeaux fino a fine stagione per poi trasferirsi in Italia come da accordi. A centrocampo si dovrebbe restare così, anche in virtù del ritorno di Pobega a giugno.

In attacco dipenderà da Pellegri: il Milan vuole puntarci e non è da escludere un riscatto anticipato dal Monaco per poi girarlo in prestito ad un club di Serie A (forte il Torino, ma occhio anche a Genoa e Bologna). In caso di suo addio, potrebbe arrivare un altro centravanti, ma non dovrebbe essere Kolo Muani oramai promesso sposo all’Eintracht Francoforte. Capitolo trequarti: Faivre continua ad essere monitorato, ma la concorrenza per il talento del Brest inizia ad essere importante. Il Lille e altri club europei potrebbero avanzare proposte, anche se i francesi vorrebbero tenerlo almeno fino alla fine del campionato.

Milan Femminile: Maurizio Ganz
Milan Femminile: Maurizio Ganz – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Prima Squadra Femminile: reparti da rimpolpare

Tante uscite e poche entrate, ma di spessore. Si può riassumere così l’attuale situazione di mercato in casa rossonera al Femminile. Con l’arrivo del nuovo anno hanno salutato Korenciova, Rizza, Mauri e Boquete. Sta per farlo anche l’ex capitano Valentina Giacinti: per lei è pronta un’esperienza di 6 mesi in prestito alla Fiorentina. Martina Piemonte e Alia Guagni, invece, si sono aggiunte al gruppo di Maurizio Ganz, così come Selena Babb di ritorno dalla Sampdoria.

La sensazione è che ci sia bisogno di almeno ancora un rinforzo per reparto. La coperta a centrocampo è molto corta: Adami, Grimshaw e Jane non bastano per il resto della stagione, soprattutto se il cammino in Coppa Italia continuerà. In attacco, con l’infortunio di Jonusaite, potrebbe servire un altro colpo, anche se al momento il posto sembra essere stato preso proprio da Guagni. Con l’addio di Giacinti potrebbe arrivare una nuova punta: piacciono Asllani e Gudmundsdottir, anche se sulla prima è arrivata la smentita del suo agente. Anche nel reparto arretrato qualcosa da registrare: Agard e Fusetti non hanno un ricambio vero e proprio, mentre Arnadottir può sostituire Codina in caso di bisogno.

Milan Primavera: Federico Giunti
Milan Primavera: Federico Giunti – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Primavera: riflessioni a centrocampo, in uscita…

Si muove qualcosa anche nel mercato che riguarda la formazione Primavera guidata da Federico Giunti. Come raccontato nei giorni scorsi, da seguire la situazione di Jordan Amore: il classe 2003 siciliano piace e non poco a diversi club, di Serie C, ma anche di categorie superiori per le proprie squadre Primavera. Tra questi anche la Fiorentina che vede in lui un giovane importante per il futuro, adatto al 4-3-3 di Vincenzo Italiano.

In entrata non è una novità l’interesse per Tommaso Berti, centrocampista classe 2004 del Cesena. Già in estate c’era stato un approccio del club rossonero, ma troppo tardivo e per questioni di tempistiche il club decise di trattenerlo. Al momento non è arrivata ancora alcuna offerta, ma sono in corso riflessioni. Occhi anche sul classe 2003 del Nancy Warren Bondo, anche lui già sondato in estate. La concorrenza è importante a livello europeo, ma il Milan può dire la sua sul mercato.

Author

Share