Zaccheroni: “I ragazzi del Milan sono tutti in rampa di lancio. De Ketelaere e Adli? Penso che Maldini…”

Alberto Zaccheroni - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Alberto Zaccheroni - MilanPress, robe dell'altro diavolo

Lo storico tecnico rossonero Alberto Zaccheroni ha rilasciato una breve intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport nella quale ha parlato della situazione attuale in casa Milan. Ecco le impressioni di colui che portò il club al 16° scudetto nella stagione ’98-’99.

Come dice giustamente Pioli questo è un gruppo, per età, a inizio ciclo. Ma allo stesso tempo è una squadra che ha già vinto e che con un anno in più di esperienza potrà avere consapevolezze maggiori. Penso ai ragazzi: Kalulu crescerà, anche se ha già fatto divinamente bene, così come i big Tomori, Theo, Tonali, Bennacer, lo stesso Leao. Sono tutti in rampa di lancio“.

Su Leao e i miglioramenti che può ancora fare: “Nello scegliere i momenti nei quali incidere. Rafa è un talento che va lasciato libero di esprimersi. Come molti degli altri giovani rossoneri: la loro forza è nell’essere sbarazzini, incoscienti. Aver conservato la stessa squadra è un vantaggio: in più Pioli riesce comunque ad aggiungere imprevedibilità, a trovare soluzioni nuove per stupire sempre“.

Su De Ketelaere e Adli: “Mi parlano benissimo di loro, e poi guardo i precedenti: le scelte tecniche, con Maldini al vertice, sono state tutte indovinate. Qualcuno era scettico su Kalulu e Tomori, e si è dovuto ricredere. Hanno una rosa strutturata, con possibilità di rotazioni. Ritrovano Kjaer, hanno alternative. Il problema, anche l’anno prossimo, ce l’avranno gli altri…“.

Alberto Zaccheroni - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Alberto Zaccheroni – MilanPress, robe dell’altro diavolo

2 Commenti

  1. […] Alberto Zaccheroni, ex allenatore tra le tante di Juventus, Milan e Inter, ha così parlato all’ANSA del prossimo Campionato di Serie A: “L’Inter sarà la squadra che partirà più lenta perché è più fisica delle altre, il Milan, invece, è la squadra più pronta. Scudetto? Ad oggi resta un affare tra le due milanesi, mentre la Roma la vedo più outsider della Juve. Il Milan è in grado di riconfermarsi, ma anzi dirò di più, può fare anche meglio visto che i giovani hanno un anno in più. L’importante è che non smarriscano la via del miglioramento e la voglia di stupire, cosa che è successa all’Inter lo scorso anno”. […]

Comments are closed.