Milan, con il Venezia probabile chance per Gabbia dal 1′. Il canterano non può sbagliare

Author

Categories

Share

Il turno infrasettimanale di campionato, vedrà il Milan, affrontare una squadra storicamente ostica per i rossoneri, il Venezia. I lagunari, hanno infatti ritrovato la Serie A dopo venti anni. Dopo le vittorie di Inter e Atalanta, negli anticipi della quinta giornata, i rossoneri non possono permettersi distrazioni, e dovranno cercare di conquistare i 3 punti. Il mister Stefano Pioli, dovrà far fronte alle numerose assenze, tra tutti Ibrahimovic, Giroud, Kjær e Calabria. In estate, però, la dirigenza ha agito bene, ampliando l’organico, sia numericamente che qualitativamente.

Inoltre, a causa dei numerosi impegni, con pochi giorni di recupero, l’allenatore rossonero potrebbe far rifiatare Tomori, concedendo una chance dai primi minuti per Matteo Gabbia. Quest’ultimo, nella scorsa stagione, si era ritrovato spesso tra i titolari, a causa dei continui problemi fisici di Romagnoli e Kjær, facendosi trovare pronto, fornendo buone prestazioni. Poi, però, acciacchi fisici lo hanno tenuto fuori dal campo per molte settimane, facendogli perdere ritmo e minuti. L’ultima gara ufficiale di Gabbia, risale alla scorsa stagione: Parma-Milan, terminato con la vittoria del diavolo per 3-1. In quell’occasione, Pioli lo fece entrare nei minuti finali, impostando una difesa a cinque, a causa dell’inferiorità numerica. Mentre l’ultima gara in cui il canterano giocò titolare, fu Milan-Napoli, il 14 marzo scorso.

Ibra, Gabbia e Calabria – Milanpress, robe dell’altro diavolo

In estate la dirigenza ha deciso di non cederlo, perché crede nelle sue qualità. Il classe ‘99 è dotato di una grande aggressività, e di un’ottima fisicità, ma pecca, a volte, nel confronto in velocità. Ha sicuramente ampi margini di miglioramento, e nella gara di questa sera dovrà dimostrare le proprie abilità e il suo spirito rossonero. È pienamente integrato nel gruppo, e si mostra spesso orgoglioso di vestire la casacca rossonera. Ecco le sue parole al miele per il Milan, nella sua ultima intervista: “Voglio crescere ancora con addosso questa maglia. Essere nel Milan ti trasmette la costanza dell’allenamento come unica via per il successo. Milan significa rispetto”.

Questa sera, toccherà a lui, probabilmente, mettere in campo tutta la passione, l’emozione, nel giocare dal 1’, dopo così tanto tempo, davanti ai propri tifosi.

Milan: Matteo Gabbia e Alessio Romagnoli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

 

Author

Share