MP Preview – Verso Milan-Venezia: tutto quello che c’è da sapere

Author

Categories

Share

Non c’è tempo di fermarsi, si gioca ogni 3 giorni e così sarà almeno fino a dicembre. Milan-Venezia è il match valevole per la 5ª giornata di Serie A che vedrà i rossoneri tornare a San Siro dopo il successo del 12 settembre contro la Lazio.

Si tratta quasi di un testacoda tra la 3ª in classifica, il Milan, e la 17ª, il Venezia. La squadra di Stefano Pioli dovrà affrontare la sfida in emergenza, ma il tecnico farà comunque un piccolo turnover per preservare le forze in vista del trittico Spezia-Atletico Madrid-Atalanta. Focalizziamoci ora sull’analisi del momento delle due squadre.

Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Lo stato di forma delle due squadre: Milan

3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta: questo l’inizio di stagione dei rossoneri, tra campionato e Champions League. Domenica è arrivata la prima X dell’anno, a Torino in rimonta contro la Juventus. Dopo Sampdoria, Cagliari, Lazio, Atletico Madrid e bianconeri tocca al Venezia.

L’infermeria continua a sorridere ben poco a Stefano Pioli. Sono 8 gli indisponibili per il turno infrasettimanale. Sembrava poter recuperare Olivier Giroud, ma il francese non ha ancora superato la lombalgia acuta.

Il tecnico emiliano farà qualche cambio rispetto all’11 visto all’Allianz Stadium. In difesa prima da titolare per Kalulu e Gabbia, mentre a centrocampo si rivede Bennacer al fianco di Tonali. Sulla trequarti spazio a Florenzi sulla destra.

Indisponibili Bakayoko (trauma contusivo al tendine achilleo sinistro), Calabria (elongazione ai muscoli flessori di coscia destra), Giroud (lombalgia acuta), Ibrahimovic (tendinopatia achillea), Kjaer (risentimento ai muscoli flessori della coscia destra), Krunic (lesione del polpaccio destro), Messias (ultima fase ricondizionamento atletico), Plizzari
Squalificati
Diffidati

Venezia
Venezia – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Venezia

1 vittoria e 3 sconfitte: è questo il bottino raccolto dalla squadra di Zanetti nelle prime 4 giornate di Serie A. Due scontri diretti persi (3-0 contro l’Udinese, 1-2 contro lo Spezia), una sfida contro il Napoli finita 2-0 per i partenopei ed un successo in una partita salvezza contro l’Empoli (1-2). I 3 punti in classifica attestano i lagunari al 17° posto ad inizio giornata.

Sono 4 le assenze per la trasferta di Milano: mancheranno Fiordilino, Haps, Lezzerini e Sigurdsson. Il tecnico degli arancioneroverdi potrà comunque contare su diverse pedine importanti.

Per quel che riguarda la formazione, probabile chance dal primo minuto per Aramu che sostituirebbe Okereke, mentre per il resto dovrebbe essere confermato l’11 visto alla prima al Penzo contro lo Spezia. In difesa altra da titolare per l’ex rossonero Caldara.

Indisponibili Fiordilino (sublussazione alla spalla), Haps (problema muscolare), Lezzerini (problema muscolare alla coscia destra), Sigurdsson (problema muscolare)
Squalificati
Diffidati

 

Statistiche e precedenti di Milan-Venezia

  • Sarà la 30ª sfida tra Milan e Venezia: 18 vittorie rossonere, 7 pareggi e 4 successi dei lagunari; 
  • Il Milan torna ad affrontare il Venezia in Serie A a distanza di 7150 giorni dall’ultima sfida tra queste due formazioni (24 febbraio 2002): in quell’occasione i rossoneri vinsero 4-1, grazie anche agli unici due gol nel massimo campionato italiano di Javi Moreno;
  • Il Milan ha perso soltanto 1 delle 12 partite interne di Serie A giocate contro il Venezia (7 vittorie e 4 pareggi): successo (2-1) arancioneroverde arrivato nel novembre 1942;
  • Il Venezia ha vinto l’ultima trasferta di Serie A contro l’Empoli e l’unica volta in cui ha ottenuto almeno 2 successi esterni consecutivi (3 in quel caso) nel massimo campionato è stata nel lontano 1943;
  • Il Milan ha perso solo 1 delle ultime 19 partite contro squadre neopromosse in Serie A (0-2 contro lo Spezia, lo scorso febbraio): nel parziale per i rossoneri 13 vittorie e 5 pareggi, con un totale di 11 clean sheet;
  • Il Milan ha vinto 3 delle ultime 4 partite casalinghe di Serie A (1 pareggio), parziale in cui ha subito soltanto 1 rete. Nelle precedenti 10, i rossoneri avevano ottenuto lo stesso numero di successi (2 pareggi e 5 sconfitte) e mantenuto solo 2 volte la porta inviolata;
  • Il Venezia ha subito 3 degli ultimi 4 gol in Serie A dal minuto 89 in poi. Il gol finora più tardivo del Milan in questo campionato è proprio l’ultimo, quello segnato da Rebic alla Juventus al 76’;
  • Con una vittoria il Milan eguagliarebbe i 13 punti conquistati nelle scorso campionato dopo le prime cinque giornate (4 vittorie e 1 pareggio): sarebbe solo la quarta volta con almeno 13 punti per i rossoneri a questo punto del torneo nel XXI secolo (2002/03, 2003/04 e 2020/21);
  • L’ultima vittoria in trasferta del Venezia contro una squadra lombarda in Serie A risale al maggio 1947, a tavolino contro il Brescia. L’ultimo successo sul campo è datato invece aprile 1943, 4-1 contro l’Inter;
  • Solamente Ivan Ilic dell’Hellas Verona è più giovane del centrocampista del Milan Sandro Tonali tra i giocatori con almeno un gol e almeno un assist all’attivo in questo campionato.

Probabili formazioni di Milan-Venezia

Milan (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Gabbia, Romagnoli (c), Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Florenzi, Brahim Diaz, Leao; Rebic  (A disp.: Tatarusanu, Jungdal; Tomori, Ballo-Toure; Kessie, Castillejo, Saelemaekers; Pellegri, Maldini)  All. Stefano Pioli 

Venezia (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro (c); Crnigoj, Vacca, Busio; Aramu, Henry, Johnsen  (A disp.: Nils, Neri; Ebuehi, Modolo, Schnegg, Svoboda; Bjarkason, Heymans, Kiyine, Peretz, Tessmann; Forte, Okereke)  All. Paolo Zanetti

Gli uomini chiave di MilanPress

Uomo chiave del Milan: Ismael Bennacer

Uomo chiave del Venezia: Mattia Aramu

Gli uomini del match: Milan

Il nostro uomo chiave per il Milan è Ismael Bennacer. L’algerino sarà alla prima da titolare in campionato in questa stagione, dopo il finale della scorsa che lo vide protagonista di prestazioni non troppo buone. L’unica gara che lo ha visto giocare dall’inizio, al momento, è quella di Liverpool, nella quale non ha brillato. Scegliamo il numero 4 perché è un’occasione per mettersi in mostra, far vedere a Pioli che può tornare quel giocatore che è stato decisivo in mediana al fianco di Franck Kessie per molto tempo.

L’altro nome che facciamo è quello di un Theo Hernandez abbastanza sottotono nelle prime uscite stagionali. Il numero 19 deve ingranare la marcia giusta ed avere dinanzi una squadra di più basso livello può aiutare a farlo. Non ha ancora sprigionato tutta la sua prepotenza fisica e la sua velocità, è il momento di farlo.

Gli uomini del match: Venezia

È Mattia Aramu il giocatore chiave per il Venezia nella sfida di San Siro. Dopo l’infortunio che lo ha fatto uscire contro l’Empoli, il numero 10 dei lagunari potrebbe ritrovare la titolarità e tornare ad essere il giocatore decisivo che è stato nella cavalcata verso la Serie A della scorsa stagione. I 10 gol ed i 6 assist sono un bottino difficilmente replicabile nel massimo campionato, ma l’esterno degli arancioneroverdi vuole perlomeno avvicinarsi.

L’altro nome è quello del centravanti francese Thomas Henry. Presentato in Laguna come uno dei grandi colpi dell’estate, fino a questo momento non ha deluso le aspettative. Già contro l’Udinese, nonostante la sconfitta, si erano intraviste le sue caratteristiche. Con l’Empoli ha dominato, mentre con lo Spezia non è stato abbastanza incisivo. Occhio alla sorpresa transalpina.

Dove seguire Milan-Venezia

Partita: Milan-Venezia

Data: 22 settembre 2021

Orario: 20.45

Arbitro: Ivano Pezzuto

Assistenti: Salvatore Longo, Filippo Bercigli

IV uomo: Matteo Gariglio

VAR e AVAR: Luca Banti, Stefano Alassio

Canale: DAZN, Sky Sport Uno, Sky Sport Calcio

Diretta testuale: account Twitter di Milanpress o milanpress.it

Author

Share