Il Milan all’esame San Paolo: riecco Rebic per dare l’assalto al Napoli

Author

Categories

Share

Come riporta il Corriere dello Sport, match complicato per il Milan oggi impegnato al San Paolo contro il Napoli. Le due squadre al vertice della classifica si sfidano per il primo vero esame scudetto. Esame che il Diavolo spera di superare a pieni voti visto che non riesce a vincere in casa dei partenopei da 10 anni. L’ultimo trionfo rossonero a Napoli infatti risale al 25 Ottobre 2010 quando in campo c’erano alcuni dei protagonisti di oggi come Bonera, Gattuso e Ibrahimovic. Già Zlatan Ibrahimovic è forse l’uomo più atteso della partita. Leader tecnico ed emotivo, ha saputo caricarsi tutto l’ambiente rossonero sulle sue spalle. Proprio dello svedese il gol nel 2-1 nell’ultimo successo, vittoria che poi aprì la strada allo Scudetto del 2010-2011. Lo svedese arriva come capocannoniere del campionato dall’alto dei suoi 8 gol in 5 partite e anche questa sera cercherà di mettersi in mostra in uno stadio a lui molto caro.

Il Milan ritrova Ante Rebic, spalla perfetta di Ibrahimovic

Milan che arriva a questa sfida reduce dal pareggio contro l’Hellas Verona prima della sosta. La squadra di Pioli, oggi affidata a Daniele Bonera, dovrà rinunciare solo Rafael Leao, uscito malconcio dal periodo in nazionale. I rossoneri però ritrovano un Ante Rebic più agguerrito che mai. Il croato infatti è pronto a tornare ad affiancare Zlatan Ibrahimovic, esploso proprio grazie all’attaccante svedese. Il cambio di marcia infatti è avvenuto proprio da Gennaio quando Zlatan ha ricominciato a mettere piede a Milanello. Rebic è diventato devastante, imprendibile per le difese avversarie. Match speciale per Gianluigi Donnarumma viste le sue origini, spesso beccato dal pubblico.

Partita crocevia della stagione milanista e proprio per questo i rossoneri scenderanno in campo con la formazione tipo. In mezzo al campo spazio alla coppia Bennacer-Kessiè, vera diga con il compito di dover arginare Fabian Ruiz e compagni. L’ivoriano inoltre ritorna nei panni del rigorista, dopo che Ibrahimovic ha decido di abdicare i tiri dal dischetto dopo i recenti errori. Rossoneri che si affidano sulle fasce alla ormai collaudatissima coppia Calabria-Theo Hernandez a cui vedranno opporsi due vere spine nel fianco come Politano e Insigne. A Romagnoli e Kjaer il duro compito di dover fermare Mertens vista l’assenza di Osimhen.

Rebic ed Ibrahimovic – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share